Cosa sono gli obiettivi smart e come identificarli

Per riuscire a sviluppare, nel modo migliore, una carriera lavorativa, è doveroso stabilire degli obiettivi professionali utili per pianificare ogni miglioramento. Ed è per questa ragione che spesso si parla di obiettivi SMART. Ma in che modo pianificarli nel modo giusto?

Obiettivi SMART
Obiettivi SMART- Oipamagazine.it

Molto diversi possono essere gli obiettivi e i traguardi che si desiderano raggiungere sul posto di lavoro. Esistono quelli più immediati e quelli che invece si possono completare dopo un periodo di tempo molto più lungo. In ogni caso, è importante definirli chiaramente così da concentrare ogni energia sul portarli a termine. Dopo aver stabilito ogni obiettivo, si potrà quindi evitare un dispendio inutile di tempo e di energie. Per riuscire in questo obiettivo, è possibile utilizzare un metodo SMART che dà la possibilità di trovare i vari scopi. Vediamo insieme di scoprire qualcosa di più.

Che cosa vuol dire obiettivo SMART

Un obiettivo Smart, non è altro che un obiettivo raggiungibile, misurabile e specifico il quale può essere raggiunto con un tempo stabilito.

È molto importante tenere a mente che per essere SMART, l’obiettivo deve possedere tutte le caratteristiche appena elencate.

Si tratta di un metodo di fondamentale importanza per realizzare dei contorni definiti ad ogni obiettivo.

Questo può essere sfruttato anche per creare diversi obiettivi che, poco alla volta, porteranno un soggetto ad uno scopo molto più grande.

Ed è per tale ragione che potrebbe essere molto utile andare a pianificare un percorso che ha un obiettivo definito e che darà la possibilità di stabilire, di volta in volta, l’obiettivo seguente.

In questo modo, sarà possibile raggiungere ogni obiettivo lavorativo in un solo percorso. Ecco quindi quali sono i cinque termini Smart.

Specifico

La prima lettera della parola smart, ossia S, sta ad indicare il termine specifico. Infatti, il primo step per iniziare ad ottenere degli obiettivi chiari, è quello di stabilire la meta che si desidera raggiungere.

Spesso infatti capita di avere delle idee generali ma che, a lungo andare, non fanno altro che generare confusione.

Raggiungere un obiettivo
Raggiungere un obiettivo- Oipamagazine.it

Ed è per tale ragione che essere in possesso di un metodo in cui si stabiliscono degli obiettivi, può avere un riscontro positivo sul lavoro aziendale.

Nel caso in cui l’obiettivo è quello di raggiungere una promozione, si potrà procedere con la definizione di singoli obiettivi intermedi da raggiungere i quali, sommati tra di loro, però danno la possibilità di ottenere la tanto ricercata promozione.

Dopo aver definito un metodo di obiettivi, potrà essere molto più facile arrivare all’obiettivo stabilito.

Misurabile

La seconda lettera della parola SMART, ossia la M, sta per misurabile.

Infatti, ogni obiettivo deve essere necessariamente misurabile. Ciò vuol dire che si dovrà effettuare una valutazione oggettiva utile per capire se si stanno concludendo tutti gli obiettivi stabiliti.

In poche parole, dopo aver scelto un obiettivo, bisognerà valutare ogni dato per tenere sotto controllo i vari progressi.

Nel caso in cui si ha intenzione di ottenere un posto importante in un settore, si potrà quindi valutare ogni progresso basandosi sulla quantità di colloqui che si ottiene dopo aver inviato un curriculum.

Così facendo, è possibile anche avvalersi di un riscontro esterno e capire se il percorso intrapreso risulta essere o meno in linea con le proprie competenze.

Raggiungibile

La terza lettera della parola SMART, sia la A, sta ad indicare il termine inglese “achievable”, che tradotto in italiano vuol dire raggiungibile. Infatti, una caratteristica molto importante degli obiettivi risulta essere la fattibilità.

Ma cosa vuol dire tutto ciò? Prima di dare inizio ad un lavoro, bisogna capire se si possiedono o meno le competenze e i requisiti per raggiungere lo scopo stabilito.

Di sicuro potrebbe essere di grande aiuto, essere in possesso di aspirazioni elevate anche se bisogna sempre restare obiettivi e valutare se si riuscirà realmente a raggiungere l’obiettivo in un preciso lasso di tempo.

Nel caso in cui si crede che l’obiettivo da raggiungere sia troppo ambizioso, sarà comunque possibile pianificare degli scopi intermedi e misurabili che daranno la possibilità comunque di arrivare ad un passo molto più alto.

Rilevante

La quarta lettera della parola SMART, sia la R, sta per rilevante.

Nel momento in cui un soggetto si pone degli obiettivi specifici, dovrà imparare a valutare se questi stanno dando aiuto nell’andare verso la direzione giusta.

In poche parole, si dovrà capire se ogni obiettivo specifico risulta essere coerente oppure se non è legato l’uno con l’altro.

Pianifica degli obiettivi
Pianifica degli obiettivi- Oipamagazine.it

E’ importante quindi che ognuno di loro risulti essere rilevante per una carriera lavorativa e che insieme concorrono a far procedere verso la medesima direzione.

Tempo stabilito

L’ultima lettera della parola SMART, ossia la T, va ad indicare il tempo stabilito.

Dopo aver effettuato la scelta di un obiettivo che si considera specifico, misurabile, raggiungibile e rilevante si dovrà andare avanti con la scelta di un periodo di tempo entro il quale concludere il percorso che porteranno verso il traguardo.

Andare a stabilire una scadenza, darà la possibilità di aiutare a restare regolare nei propri progetti, andando cosi ad aumentare anche la motivazione.

Ed è per tale ragione che risulta essere fondamentale quindi decidere un periodo di tempo adatto ai propri obiettivi così da evitare un eccessivo sovra caricamento.

Nel caso in cui allo scadere del tempo non si è riusciti a raggiungere l’obiettivo, si dovrà capire per quale motivo cioè è accaduto e scegliere un altro obiettivo che possa essere realizzato effettivamente.