Quanto consuma mezz’ora di forno elettrico? Non ci saresti mai arrivato

In molti preferiscono usare il forno elettrico per cucinare, ma quanto consuma questo elettrodomestico in mezz’ora?

Quanto consuma forno
Sai quanto consuma mezz’ora di forno elettrico?-oipamagazine.it

I forti rincari degli ultimi tempi, che hanno riguardato soprattutto i costi dell’energia, hanno spinto molte famiglie italiane a cambiare le proprie abitudini dentro casa, seguendo anche i consigli del governo e dell’Unione Europea. Senza accorgercene, infatti, compiamo dei gesti all’interno delle nostre abitazioni o all’interno dei luoghi di lavoro che aumentano ulteriormente le cifre già molto elevate che ci ritroviamo in bolletta: tanto per fare un esempio, basterebbe regolare la temperatura del frigorifero nella maniera corretta per consumare meno energia e spendere di meno.

In tanti hanno anche scelto di cambiare modalità di cucina, preferendo utilizzare il forno elettrico per cuocere le pietanze. Ma è davvero così conveniente? Si risparmia davvero se si utilizza il fornetto elettrico? Per capire se è effettivamente così bisogna anzitutto conoscere il costo esatto del consumo del forno elettrico per una certa quantità di tempo.

Se infatti veniamo a sapere quanto costa accendere il forno elettrico per mezz’ora possiamo tranquillamente regolarci e capire quante volte è il caso di utilizzarlo in una settimana o in un giorno, tenendo presente che dentro casa abbiamo altri elettrodomestici che hanno consumi non così banali (frigo, lavastoviglie, lavatrice e via dicendo).

Forno elettrico, la prima mezz’ora si consuma molto

Per quanto riguarda il forno elettrico, il consumo è di circa 1 euro per la prima mezz’ora di accensione, a prescindere dall’utilizzo. Non è ovviamente una cifra bassa e messa così gli utenti possono essere davvero portati a non usare più questo elettrodomestico. Tuttavia bisogna tenere presente che il costo di 1 euro per la prima mezz’ora riguarda il forno elettrico tradizionale da incasso, che consuma maggiormente nei primi 30 minuti.

Il consumo del forno elettrico
Forno elettrico, a quanto ammontano i consumi? – Oipamagazine.it

Tuttavia esistono degli accorgimenti che consentono di far risparmiare una bella sommetta sulla bolletta della luce. Prima di tutto è necessario accendere il forno elettrico nelle ore serali (quindi a cena), oppure nei fine settimana. Se si deve preparare qualcosa per tutta la settimana è meglio organizzarsi nella giornata di domenica, in modo da andare a risparmiare sui costi.

Un’altra buona tecnica che consente di alleggerire il peso sulla bolletta della luce è l’utilizzo del timer. Non tutti sanno che anche dopo aver spento il forno elettrico la cottura prosegue per circa 15-20 minuti. Impostando invece il timer per 15 minuti si può spegnere il forno elettrico e fare in modo che la pietanza continui a cuocersi all’interno.

Forno elettrico, i migliori consigli per risparmiare

In più, per risparmiare bisogna stare attenti anche a cosa si usa per cuocere i cibi. Ebbene sì, le teglie in metallo fanno consumare di più rispetto alle pirofile in vetro o in ceramica. La spiegazione va ricercata nel fatto che con le pirofile in vetro o in ceramica la diffusione del calore avviene in maniera molto più uniforme: ciò vuol dire non soltanto che le pietanze si cuociono meglio, ma che la cottura sarà anche più veloce, favorendo quindi un consumo inferiore.

Come consumare meno
Gli accorgimenti per risparmiare con il forno elettrico – Oipamagazine.it

Infine, un ultimo aspetto da tenere in considerazione è la corretta pulizia del forno elettrico. La sporcizia e il grasso non fanno altro che trattenere il calore: servirà quindi più tempo per cuocere i cibi e il risultato non sarà nemmeno dei migliori.