Ambiente & Salute / Imprese

Gal campani a Napoli per far conoscere le eccellenze del territorio. Presentato il progetto di riscoperta e valorizzazione della ruralità mediterranea

Presentato a Napoli il 10 novembre il progetto di Riscoperta e Valorizzazione della Ruralità Mediterranea a cura di cinque Gal (gruppi azione locale) campani. L’iniziativa, presentata già a Roma il 3 novembre (leggi l’articolo e guarda le interviste) e finanziata dal PSR Regione Campania 2007/2013, ha l’obiettivo di aggregare le eccellenze del territorio in una offerta omogenea denominata “Insolita Campania”.
Palcoscenico del progetto il sito web www.ruralitamediterranea.com, portale nel quale è possibile trovare punti di interesse e suggerimenti per il turista. La piattaforma, fruibile anche in mobilità, ottimizzata per una consultazione attraverso tablet e smartphone, è rivolta a un turista slow, curioso e attento al particolare, che alle gustose prelibatezze culinarie associa visite ai prestigiosi castelli e borghi antichi dei territorio.
Il marchio di qualità Ruralità Mediterranea al quale aderiscono aziende dei territori dei Gal, garantisce un sistema collettivo di qualità riconoscibile e di eccellenza in materia di turismo, sulla base delle linee guida del nuovo quadro politico per il turismo europeo adottato nel 2010 dalla UE, e che rappresenta un valido e dinamico strumento di valorizzazione del sistema turistico locale.
Presenti rappresentanti delle istituzioni regionali e dei cinque Gruppi di azione locale (Alto Casertano, Colline Salernitane, I sentieri del buon vivere, Titerno, Vallo di Diano) che hanno scelto di portare avanti questo importante progetto di cooperazione.
L’evento è stato ospitato da “Eccellenze Campane”, il polo dedicato alle eccellenze agro-alimentari della Campania.

Abbiamo intervistato Filippo Diasco, Direttore Generale per le Politiche agricole e forestali della Regione Campania, che ci ha parlato dell’importanza del lavoro svolto dai Gal per far conoscere e valorizzare il territorio. Diaco ha quindi sottolineato l’importanza dell’agricoltura per la sua regione che, anche nel periodo di crisi, ha continuato a crescere come occupazione e Pil. Nel corso del convegno ha poi comunicato la chiusura del negoziato con l’Unione europea sul Psr 2014-2020 (Programma di sviluppo rurale), per il quale si aspetta ora l’approvazione definitiva della Commissione. Primo intervento in programma: misure per sostenere i territori sanniti colpiti recentemente dall’alluvione.

Giuseppe Falco dell’Assessorato Agricoltura della regione Campania, ai nostri microfoni ha sottolineato l’importanza della cooperazione e la capacità dei Gal di far fronte a periodi critici come la recente crisi economica. Ci siamo poi soffermati sulla problematica dei fondi europei che spesso restano inutilizzati.

Patrizia Boldoni, consigliere del Presidente De Luca con incarico di promozione del Turismo e Beni culturali, ha anche lei sottolineato l’importanza di queste iniziative anche per incentivare il turismo e far conoscere alle persone zone splendide della regione che ancora non sono sufficientemente apprezzate. E sulla problematica dei fondi europei che spesso restano inutilizzati, non ha dubbi: è colpa della burocrazia.

Il Presidente di Cogea, Massimo Ciarrocca, ha spiegato ai nostri microfoni il progetto, i punti di forza e gli obiettivi che si vogliono raggiungere. Particolarità dell’iniziativa è la possibilità di inserire in futuro anche altre regioni, stati membri o singoli operatori.

Gennaro Fiume del Gal delle Colline Salernitane ci ha raccontato le particolarità che contraddistinguono la zona che rappresenta, come la nocciola di Giffoni e l’olio Dop delle Colline salernitane. E ribadito anche lui l’importanza di progetti come questo per far conoscere le eccellenze del territorio.

Antonio Ciabrelli del Gal Titerno ci ha spiegato il supporto che i Gruppi di azione locale possono dare alle imprese e elencato le particolarità della zona che rappresenta. Vini e oli, ma anche salumi e formaggi. Di particolare interesse anche la ceramica.

Massimo Monti del Gal Vallo di Diano, ai nostri microfoni, plaude all’iniziativa e ci racconta dei prodotti del suo territorio, come salumi, fagioli e miele.

Abbiamo poi incontrato Pasquale Buonocore, general manager di “Eccellenze Campane”, che ci ha parlato dell’importanza dell’aggregazione e di lavorare per rispondere alla domanda del mercato non solo interna, ma anche internazionale.

Foto: Angelo Campus

Print Friendly, PDF & Email
Tags: , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*