Economia e Finanza

Bankitalia: Non scontato il sì di Ue a deviazione pareggio di bilancio. Procedere spediti con privatizzazioni

“L’ammissibilità della deviazione dal sentiero di avvicinamento al pareggio di bilancio strutturale non è scontata e rifletterà l’interpretazione delle regole da parte delle istituzioni coinvolte: il Parlamento (che terrà conto, in particolare, delle valutazioni dell’Ufficio parlamentare di bilancio), la Commissione europea e il Consiglio della UE”. Ad Affermarlo il vicedirettore generale della Banca d’Italia, Luigi Federico Signorini, nel corso di un’audizione sul Def davanti alle Commissioni riunite Bilancio di Camera e Senato.
bankitaliaLe previsioni macroeconomiche, spiega Signorini, “presentano rilevanti rischi al ribasso. Esse infatti presuppongono un punto di svolta imminente nell’attività di investimento, il cui verificarsi non appare scontato alla luce della persistente debolezza degli indicatori di fiducia delle imprese. Sono inoltre possibili sviluppi internazionali meno favorevoli e una maggiore persistenza della debolezza dei mercati immobiliare e del lavoro”. Quindi, secondo Luigi Federico Signorini, “per rafforzare la fiducia degli investitori e indirizzare stabilmente in senso favorevole le aspettative di famiglie e imprese è necessario ridurre la spesa pubblica e il peso della tassazione, attuare una significativa ricomposizione del bilancio pubblico, riducendo gli sprechi e privilegiando le spese che – come quelle per le infrastrutture – hanno un impatto maggiore sull’attività economica e sul suo potenziale di crescita, accelerare la definizione del disegno complessivo di riforma e la realizzazione dei singoli interventi”. Tuttavia, “nonostante i progressi e le iniziative adottate per rafforzare il monitoraggio e il coordinamento del processo attuativo delle riforme, i tempi di definizione della normativa secondaria rimangono elevati”, sarà quindi “essenziale che le leggi siano scritte riducendo al minimo la necessità di atti secondari, a livello centrale o locale, che sono spesso fonte di ritardi e incertezza”.
Il vice direttore generale di Bankitalia si sofferma poi sulle privatizzazioni che costituiscono “un elemento di rilievo della strategia di consolidamento della finanza pubblica”. Sarà dunque “importante procedere con decisione e speditamente, facendo anche tesoro delle esperienze di altri Paesi”.

Print Friendly, PDF & Email
Tags: , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*