Eventi e iniziative / Pubblica Amministrazione

Avv. Bisogni (Rinascimento – Cambiamento): “Il Municipio VII dimenticato negli ultimi cinque anni, è arrivato il momento di cambiare rotta”

La Capitale si prepara a conoscere il suo prossimo primo cittadino. Domenica 3 e lunedì 4 ottobre, come noto, i romani saranno chiamati alle urne per eleggere sindaco, consiglieri di maggioranza e opposizione e i consiglieri municipali.

La campagna elettorale è stata complessa e agguerrita, anche nei Municipi. Tra i più popolosi spicca il VII, Oipa ha intervistato Elia Bisogni, candidato con la lista Rinascimento – Cambiamo.

Avvocato Bisogni, ci dica, come mai ha deciso di candidarsi? Cosa l’ha spinta a prendere questo impegno con e per la città?

Da padre, marito e cittadino non mi sono potuto tirare indietro da questo impegno, che ritengo un dovere civico. Ho scelto di candidarmi perchè col mio apporto vorrei superare le logiche di cattiva amministrazione che hanno guidato la maggioranza del territorio e di Roma Capitale nel corso degli ultimi cinque anni. Il Sindaco Raggi ha colpevolmente dimenticato le periferie, acutizzando i forti squilibri economico-sociali, ulteriormente esplosi con la pandemia. Per questo regna imperante l’insicurezza e l’incertezza: i giovani sono costretti ad abbandonare il nostro municipio per poter trovare un lavoro stabile mentre noi genitori abbiamo paura nel far uscire i nostri figli in zone nelle quali la microcriminalità è più diffusa che mai.

Lei è candidato nella lista Rinascimento – Cambiamo, cosa si sente di promettere ai suoi concittadini in caso di sua elezione?

Insieme alla lista Rinascimento – Cambiamo ho intenzione di riportare la buona Politica nel nostro quartiere: posso farlo grazie all’amore che provo per questa terra e grazie alle competenze che ho acquisito durante la mia carriera da Avvocato, attività che mi ha consentito di ascoltare le problematiche di molti cittadini, coloro che pagano le scelte di pessimi amministratori. La mia visione di cambiamento si basa su punti fondamentali per il benessere di chi vive nel VII municipio:

  • la valorizzazione e la messa in sicurezza dei principali luoghi del Municipio – come Piazza Re di Roma – diventati negli ultimi anni luoghi di degrado.
  • L’attenzione e la cura del verde del verde pubblico, anche incentivando l’attività motoria all’aria aperta con l’installazione di strutture sportive adeguate.
  • Lo sviluppo del turismo a bassa intensità, troppo spesso dimenticato ma fondamentali per i luoghi periferici della Capitale.
  • Il rilancio degli Studi di Cinecittà, attingendo anche dai fondi del Pnrr, per renderli nuovamente un fiore all’occhiello della cultura italiana e per generare un importante indotto economico in tutta la zona.
  • La messa in sicurezza della viabilità pedonale e ciclabile ed il miglioramento dei servizi di trasporto pubblico, in particolare con l’Università Tor Vergata, col fine di permettere ai nostri ragazzi di poter continuare gli studi.

Capitolo politiche sociali: parliamo di uno degli aspetti più delicati e difficili da amministrare, specie in una città come Roma. Secondo lei quali urgenze devono essere affrontate nel Municipio VII?

Di sicuro, qualora dovessi essere eletto, sono cosciente che dovrò e dovremo rimboccarci le maniche e lavorare sodo su numerosi temi. Ad esempio la destinazione dei numerosi immobili abbandonati di proprietà del comune da dedicare alle attività sociali, sviluppando poli bibliotecari e museali per consentire una fruizione della cultura quotidiana. Non possiamo non parlare della manutenzione e del decoro delle aree giochi nei parchi municipali, deve essere garantito il divertimento a tutti i bambini, in piena sicurezza. Infine vorrei soffermarmi sullo sviluppo di attività dedicate ai giovani, come ad esempio la nascita di una rassegna del gaming e l’istituzione di corsi di educazione finanziaria nei poli culturali del municipio.

Avvocato, è fattibile questo programma? Spesso alle tornate elettorali si presentano “libri dei sogni” di difficile realizzazione. In cosa vi sentite differenti rispetto agli altri?

La lista Rinascimento – Cambiamo ha presentato un programma ambizioso ma fattibile e  soprattutto necessario. Questo non è un libro dei sogni, è un programma costruito insieme alle tante persone con le quali ho dialogato nel corso di questi mesi, che mi hanno permesso di capire cosa si deve fare per evitare di continuare la parabola discendente del VII municipio. Il momento di cambiare è adesso: il 3 e 4 Ottobre i cittadini sono chiamati a scegliere, devono credere in un futuro migliore per loro stessi e per i nostri figli.

Print Friendly, PDF & Email
Tags: , , , , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*