Economia e Finanza

Deiana (Confassociazioni/ANPIB): “Bisogna fare presto altrimenti perderemo il paziente Italia”

Riceviamo e pubblichiamo di seguito una nota diffusa a mezzo stampa contenente le dichiarazioni del Presidente di Confassociazioni e ANPIB, Angelo Deiana.

“Anche Mario Draghi definisce il COVID19 una tragedia di proporzioni bibliche. L’economia mondiale è ferma. Il mondo produce 200 miliardi di € al giorno e se si ferma anche solo al 50% per un lockdown medio di 60/70 giorni mancheranno 6000 miliardi di €, 13% del PIL mondiale. Altro che collasso: è un vero e proprio infarto. Bisogna procedere subito subito con misure non convenzionali altrimenti ci sarà una strage di imprese, partite IVA e lavoratori, soprattutto in Italia. Ma i QE di FED e BCE non basteranno perché la liquidità continua a scarseggiare su tutti i mercati. E anche perché la leva monetaria non può reintegrare i conti di PMI e partite IVA in crisi e, soprattutto, i futuri licenziamenti. Altro che nessuno resterà indietro. Intanto hanno già perso il lavoro tutti coloro che avevano contratti a termine e i lavoratori in nero. Soggetti che non hanno ammortizzatori e che impatteranno povertà, criminalità e RDC. Ma dobbiamo ricordare che anche Eurobond o MES senza condizionalità sono comunque debito che andrà rimborsato e che peserà nei giudizi delle agenzie di rating. Il medico Draghi offre però 2 spunti strategici. Il primo è il più importante: bisogna fare presto altrimenti il paziente Italia (o la Spagna) saranno morti e la UE sarà purtroppo finita. Il secondo è che bisogna dare liquidità ad un sistema che continua ad avere costi ma che non ha più ricavi. E non basteranno le filiere delle banche perché la liquidità dovrà fluire direttamente nelle linee di credito delle imprese e nelle tasche dei lavoratori. Con futura cancellazione del debito privato. E’ l’ora di misure non convenzionali. E’ l’ora dell’Helicopter money, dei soldi direttamente nelle tasche dei cittadini per salvare il Paese”. 

Print Friendly
Tags: , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*