Ambiente & Salute / video

SIMA, U4ALL: nelle università italiane lo studio dei determinanti ambientali per la salute

L’Italia, grazie a U4All, il Manifesto della Società Italiana di Medicina Ambientale, pubblicato proprio su The Lancet e sostenuto da OMS e Unesco, è il primo paese al mondo ad aver pensato di trattare il tema dei determinanti ambientali nei corsi di laurea e post-laurea delle università, non solo per le facoltà di medicina ma anche, ad esempio, per architettura, ingegneria ed economia.

Il quadro della situazione attuale è disarmante e preoccupante: nel 2017 sono state esposte a ondate di calore ben 157 milioni di persone in più rispetto al 2000, oltre 700 gli eventi climatici estremi che si sono verificati, con perdite che hanno superato i 300 miliardi di dollari, il triplo rispetto al 2016.

Non si può non intervenire, non è possibile assistere inermi a questo tragico, realistico scenario disegnato dalla rivista inglese. La Conferenza dei Rettori delle Università Italiane si è legata con convinzione al progetto U4ALL, sposandolo in pieno poiché ritenuto strumento fondamentale per realizzare nella pratica quanto serve per tutelare l’ambiente e contrastare il cambiamento climatico.

Di seguito le interviste realizzate da Oipa Magazine ai protagonisti dell’evento:

Print Friendly
Tags: , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*