Consumatori

Ryanair e Codacons insieme: siglata una partnership

Lo scorso 28 agosto Ryanair e Codacons hanno firmato per sancire una partnership, che permetterà alla nota compagnia aerea di godere di una Alternative Dispute Resolution per i reclami dei clienti italiani previsti dal Regolamento UE-261. 

A partire dal 2 settembre, Codacons coordinerà e supervisionerà l’implementazione della piattaforma ADR e gestirà i consulenti che lavorano ai procedimenti di mediazione basati sui reclami EU261 (fino a 5.000 reclami EU261 per il primo anno dell’accordo).

Saranno quindi centrali i feedback dei consumatori, che da questo momento in poi saranno ascoltati e monitorati con maggiore attenzione.

Soddisfatto il Presidente di Codacons Carlo Rienzi: “Questo accordo tra Codacons e Ryanair consentirà ai clienti di far esaminare i loro reclami dalla più importante associazione italiana di consumatori. Ryanair, leader del trasporto passeggeri in Italia con oltre 41 milioni di clienti p.a., si impegna ulteriormente nei confronti dei suoi clienti italiani aggiungendo un’importante garanzia ai suoi contratti. Non vediamo l’ora di iniziare ufficialmente questa partnership con Ryanair nei prossimi giorni così da garantire un altro strumento di tutela, indipendente e terzo, agli utenti del nostro Paese”.

Stesso entusiasmo trapela anche dalle parole di Kenny Jacobs, Chief Marketing Officer di Ryanair:

“La partnership con Codacons inizierà il 2 settembre e nominerà un mediatore italiano per i reclami dei clienti italiani previsti dal Regolamento UE-261. Questa partnership e l’impegno per l’ottenimento del riconoscimento “OK Codacons” riflettono sia l’approccio avanzato di Ryanair al servizio clienti sia la nostra fiducia in Codacons. Le nostre procedure di richieste e complaints dei clienti sono facilmente accessibili attraverso una varietà di mezzi, compresa la più recente tecnologia digitale, e i nostri processi sono rapidi, accurati e soggetti alle promesse di servizio pubblicate. Abbiamo implementato con successo piattaforme ADR in altri paesi come Francia, Germania, Polonia e Regno Unito – afferma Jacobs – e non vediamo l’ora di replicare questo modello nel nostro terzo mercato più grande, l’Italia. Per la piccolissima percentuale di clienti che non sono soddisfatti della risposta di Ryanair al reclamo EU216, questa partnership con Codacons fornisce un meccanismo indipendente per la risoluzione”.

Print Friendly
Tags: , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*