Economia e Finanza

Stefano De Falco, Vice Presidente Osservatorio Professioni Confassociazioni: “Il nuovo Centro Studi Strabone dell’Università Federico II di Napoli collaborerà con Confassociazioni per contaminare conoscenze ed esperienze”

“L’idea di dare vita a un Centro Studi a Napoli all’interno dell’Università Federico II ha preso forma alla fine dello scorso anno. Con un progetto ambizioso: essere un luogo di contaminazione, di competenze, di scambio di esperienze, di relazioni e percorsi formativi non solo in ambito nazionale, ma internazionale. Un mondo che collaborerà strettamente con CONFASSOCIAZIONI”. Lo ha dichiarato in una nota Stefano DE FALCO, Vice Presidente dell’Osservatorio Professioni e Imprese 4.0 di CONFASSOCIAZIONI.

Il Centro Studi Strabone è stato chiamato così per omaggiare la memoria di Strabone, il grande geografo del I secolo dopo Cristo – ha continuato Stefano DE FALCO, che è anche Direttore dell’Istituto di Ricerca sulla Geografia dell’Innovazione Territoriale dell’Università Federico II di Napoli – il quale riteneva che il sapere dovesse essere posto al servizio della società e rivestire un ruolo concreto. Stessa finalità sarà perseguita dalla nuova struttura che lavorerà non solo alla costruzione di nuovi schemi per il futuro delle città digitali, ma anche per essere un incubatore di attività e di promozione di genere sui temi della società 5.0. Un modello nuovo che metterà al centro della nuova società digitale il capitale umano, le differenze di genere, le nuove generazioni e l’integrazione multiculturale”.

“La Geografia dell’Innovazione nell’Open Innovation Oriented World – ha proseguito Oliviero CASALE, Innovation Manager dell’Organismo di Certificazione MTIC Intercert e Segretario Generale dell’Osservatorio Professioni e Imprese 4.0 di CONFASSOCIAZIONI – permetterà di identificare le capacità necessarie per un processo continuo di upskilling e reskilling delle attuali figure professionali, cercando di capire i trend prossimi venturi. Senza dimenticare che, nel mondo interconnesso 5.0, la certificazione delle competenze potrebbe facilitare anche la libera circolazione dei lavoratori sia su livello nazionale che internazionale”.

“Siamo veramente felici del processo di interscambio che si sta per attivare con la costituzione del Centro Studi Strabone – ha concluso Angelo DEIANA, Presidente di CONFASSOCIAZIONI -. Lavoreremo tutti insieme con grandi personaggi e protagonisti del mondo accademico, professionale e imprenditoriale per un futuro nuovo che contribuisca alla contaminazione di tali mondi con la società digitale”.

Questa la composizione del Centro Studi Strabone. Presidente: Prof. Vittorio Amato, Università degli Studi di Napoli Federico II; Vice Presidente vicario: Prof. Guglielmo Trupiano, Università degli Studi di Napoli Federico II; Direttore Scientifico: Prof. Ing. Stefano de Falco, Università degli Studi di Napoli Federico II; Comitato Tecnico – Scientifico: Prof. Vittorio Amato, Università degli Studi di Napoli Federico II; Prof.ssa Daniela La Foresta, Università degli Studi di Napoli Federico II; Dott.ssa Barbara Carfagna, RAI Radio Televisione Italiana; Oliviero Casale, Innovation Manager Ente di Certificazione MTIC Intercert; Dott. Angelo Deiana, Presidente Confassociazioni; Dott. Paolo Fiorentino, Presidente Assinrete; Dott. Enrico Molinari, Vice Presidente Confassociazioni International; Segretario Generale: Dott.ssa Loredana Rivieccio, Università degli Studi di Napoli Federico II.

Print Friendly
Tags: ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*