Economia e Finanza / Imprese

L’Associazione Prodeitalia plaude al Governo. “Bene l’approvazione del nuovo Codice sulla crisi d’impresa. La procedura d’allertamento consentirà di individuare le crisi aziendali prima che degenerino in maniera irreparabile”

L’Associazione Prodeitalia, da anni impegnata nella lotta alla crisi da Sovraindebitamento, esprime soddisfazione per l’approvazione da parte del Consiglio dei ministri del nuovo Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza. Il Codice ha l’obiettivo di riformare in modo organico la disciplina delle procedure concorsuali, con due principali finalità: consentire una diagnosi precoce dello stato di difficoltà delle imprese e salvaguardare la capacità imprenditoriale di coloro che vanno incontro a un fallimento di impresa dovuto a particolari contingenze. Tra le principali novità: la sostituzione del termine fallimento con l’espressione “liquidazione giudiziale” in conformità a quanto avviene in altri Paesi europei, come la Francia o la Spagna, al fine di evitare il discredito sociale anche personale che si accompagna alla parola “fallito”. Ma ancora più importante l’attivazione di un sistema di allerta finalizzato a consentire la pronta emersione della crisi, nella prospettiva del risanamento dell’impresa e comunque del più elevato soddisfacimento dei creditori. Un sistema che di fatto dà priorità di trattazione alle proposte che comportino il superamento della crisi assicurando continuità aziendale e che privilegia le procedure alternative a quelle dell’esecuzione giudiziale.
La procedura di allertamento – spiega l’Avvocato Francesca Scoppetta dell’Associazione Prodeitaliadiventa obbligatoria e comporta anche dei vantaggi: per esempio la possibilità di ottenere degli sgravi fiscali. Lì dove la situazione di difficoltà non viene denunciata, invece, si rischia di incorrere nel reato di bancarotta fraudolenta. Questo vale sia per l’imprenditore che per il revisore dei conti. Ci troviamo davanti ad un cambiamento importante, che può rivelarsi estremamente utile per evitare che lo stato di crisi di un’azienda imbocchi una strada senza ritorno innescando problemi di difficile soluzione. Il sistema di allerta permette di individuare le problematiche in una fase in cui si può ancora intervenire e risolvere, consentendo così all’imprenditore di recuperare e riprendere in mano la propria vita”.
L’Associazione Prodeitalia – dichiara il presidente dell’Associazione Prodeitalia, Giorgio  Bergosi occupa di lotta alle crisi da Sovraindebitamento con una rete presente in tutta Italia, con Sportelli territoriali e collaborazioni con altri Enti e altre Associazioni. Eravamo da tempo in attesa di quest’approvazione. Il nuovo Codice della crisi d’impresa dà una risposta giuridica di grande impatto sociale, ci auguriamo se ne possano vedere presto gli effetti a livello preventivo”.

Fonte: Associazione Prodeitalia

Print Friendly
Tags: , , , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*