Credito / Economia e Finanza

Cessioni NPL da record in Europa, circa la metà in Italia

Il 2018 è stato un anno da record per le cessioni di NPL in tutta Europa, con l’Italia che si è distinta coprendo circa la metà del volume totale delle vendite. Secondo il rapporto 2018 European NPLs, pubblicato da Debtwire ABS:

  • Il mercato europeo delle NPL ha raggiunto un nuovo picco nel 2018 con cessioni per 205,2 miliardi di euro
  • L’Italia è stato il paese più attivo, producendo metà del volume totale delle vendite di NPL
  • Le vendite hanno invece iniziato a rallentare in Spagna

Debtwire Database NPL ha monitorato ben 142 transazioni nell’arco del 2018, con un ritmo intensificato nell’ultimo trimestre, con un totale di operazioni chiuse per 125 miliardi di euro.

Il paese più attivo è stato l’Italia, che ha prodotto la metà del volume totale delle vendite di NPL, 64 vendite chiuse con un valore contabile lordo di 103,6 miliardi di euro, quasi la metà delle quali sono state effettuate tramite operazioni di cartolarizzazione nell’ambito della Garanzia sulla Cartolarizzazione delle Sofferenze (GACS) del governo, che si protrae solo fino al 6 marzo 2019.

Le vendite hanno iniziato a rallentare invece in Spagna con le grandi banche spagnole che sono vicine alla fine delle operazioni di risanamento del bilancio.  Si sono registrate 27 transizioni, con cessioni per 43,2 miliardi di euro e la maggior parte di questi ha coinvolto due acquirenti, Cerberus Capital Management e Lone Star Funds.

Il mercato degli NPL si sta sviluppando anche nell’Europa meridionale con la Grecia che ha chiuso il 2018 con 8 vendite per un volume di 13,9 miliardi di euro, il Portogallo con 16 operazioni per un volume totale di 8 miliardi di euro, e Cipro che ha completato due vendite per 2,9 miliardi di euro.

In Irlanda ci sono state otto operazioni per 14,3 miliardi di euro, mentre nel Regno Unito la banca in sofferenza UKAR ha dominato il mercato delle cessioni di prestiti con 5,8 miliardi di sterline di vendite su un totale di 6,5 miliardi di sterline. La Germania ha anche visto la cessione di NPL collegati a banche locali in difficoltà. Il portafoglio di 6,3 miliardi di euro di HSH Nordbank, venduto insieme alla banca a Cerberus, ha raccolto la maggior parte del volume di 7,7 miliardi di euro nel paese.

“Il mercato NPL ha raggiunto un picco che non sarà superato nel 2019. Questo è particolarmente vero in Italia, dove l’effetto GACS rallenterà, con la maggior parte delle grandi banche che hanno già approfittato del programma e che ora devono concentrarsi sugli UTP (Unlikely  To Pay), con i regolatori europei che spingono le banche a sbarazzarsi rapidamente dei loro crediti inesigibili, l’attività rimarrà costantemente intensa in tutto il continente”, ha dichiarato Alessia Pirolo, responsabile NPL Coverage, Debtwire.

Il rapporto completo è consultabile qui.

Print Friendly
Tags: , , , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*