Economia e Finanza

Legge di Bilancio 2019, molte le novità fiscali previste

In vigore dal 1° gennaio la legge di bilancio 2019, diverse le nuove misure fiscali previste. In primo luogo sono stati bloccati gli aumenti delle aliquote Iva per il 2019 e rimodulati gli aumenti per gli anni successivi. Sulla casa vengono confermate le detrazioni fiscali relative alle spese sostenute per gli interventi di efficienza energetica, di recupero edilizio e per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici. La sistemazione a verde di aree private o condominiali dà diritto ad una detrazione d’imposta del 36% per un importo non superiore a 5.000 euro.

Prevista una tassazione agevolata per le imprese che reinvestono gli utili, a partire dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2018, le imprese che incrementano i livelli occupazionali (personale dipendente assunto con contratto di lavoro a tempo determinato o indeterminato) ed effettuano investimenti in beni strumentali materiali nuovi possono, a determinate condizioni, applicare un’aliquota Ires più bassa (aliquota ordinaria ridotta di 9 punti percentuali). Abolito il regime opzionale dell’imposta sul reddito d’impresa (Iri).

Il credito d’imposta per le spese di formazione del personale dipendente nel settore delle tecnologie previste dal Piano nazionale industria 4.0 si applica anche alle spese sostenute nel periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2018.

Fissato al 65% il credito d’imposta per interventi su edifici e terreni pubblici finalizzati alla bonifica ambientale (compresa la rimozione dell’amianto), alla prevenzione e al risanamento del dissesto idrogeologico, alla realizzazione o alla ristrutturazione di parchi e aree verdi attrezzate e al recupero di aree dismesse di proprietà pubblica. Credito d’imposta al 65% anche per interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici e per la realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche.  

Il canone tv viene fissato a regime a 90 euro. Largo anche alla nuova imposta sostitutiva su lezioni private e ripetizioni e all’imposta sui servizi  digitali che sostituisce la web tax prevista dalla legge di bilancio dell’anno scorso. Previste detrazioni per gli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico, anche per i familiari a carico, fino a 250 euro per abbonamenti locali o interregionali, per bus, corriere e treni. 

Si introducono disincentivi, sotto forma di imposta, per l’acquisto di autovetture nuove con emissioni di CO2 superiori a determinati limiti e incentivi alla rottamazione per l’acquisto di autovetture nuove non inquinanti. Aumenta il prelievo erariale sugli apparecchi new slot e videolottery. Tra le novità prevista la detrazione del 19% per i giovani con disturbo di apprendimento (Dsa) fino alle scuole superiori, valido per l’acquisto di strumenti e sussidi. 

Fonte: Agenzia delle Entrate

Print Friendly
Tags: , , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*