Consumatori / Economia e Finanza / Imprese

V Congresso Nazionale NIdiL Cgil | Il lavoro è… Inclusione e riscatto

Si è concluso il 12 dicembre il V Congresso Nazionale NIdiL Cgil, la categoria della Confederazione che da vent’anni rappresenta e tutela i lavoratori atipici: somministrati, collaboratori e autonomi che nonostante il loro lavoro “frammentato” avanzano al sindacato richieste di rappresentanza e tutela. L’incontro si è tenuto presso il Centro Congressi Stazione Marittima di Napoli dal 10 al 12 dicembre.

Tre giorni di dibattito e confronto con al centro i temi del lavoro “non standard” ai tempi dei cambiamenti legati all’innovazione tecnologica che crea nuove precarietà, dagli e-commerce come Amazon ai riders, con le criticità storiche del mercato del lavoro e del sistema produttivo italiano.

Ha aperto il Congresso Claudio Treves, segretario generale uscente di NIdiL Cgil, a cui sono seguite durante le tre giornate le varie fasi del dibattito congressuale e due tavole rotonde di approfondimento: “Sport e Diritti” e “Frammentazione dei cicli lavorativi e contrattazione”. A conclusione, mercoledì 12, l’intervento della segretaria generale Cgil, Susanna Camusso e l’elezione di Andrea Borghesi nuovo segretario generale NIdiL Cgil.

Per il mondo dei Call Center, settore particolarmente delicato, che in Italia occupa decine di migliaia di persone, erano presenti al Congresso AIO, Associazione Italiana delle imprese svolgenti attività di call center in outbound, e Assirm, l’Associazione delle aziende di ricerche di mercato, sondaggi di opinione e ricerca sociale. Le due Associazioni hanno, infatti, firmato con NIdiL Cgil, rispettivamente nel 2016 e 2017, due Accordi Nazionali che hanno introdotto nuove forme di tutela per i collaboratori e nuove modalità di definizione del compenso al fine di incentivare la produttività.

L’Accordo Quadro Nazionale AIO, firmato il 14 giugno 2016 e sottoscritto anche da FeLSA CISL, nello specifico regolamenta l’attività di collaborazione coordinata e continuativa svolta dagli operatori di call center addetti alla vendita diretta di beni e servizi, all’attività di recupero crediti e attività ad esse correlate in modalità outbound. Mentre l’Accordo Collettivo Nazionale Assirm, firmato il 27 giugno 2017 e sottoscritto anche da FeLSA CISL e Uiltemp, regolamenta le collaborazioni nel settore delle ricerche di mercato.

Print Friendly
Tags: , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*