Consumatori / Credito / Economia e Finanza / Imprese / OIC

Credito consapevole, gestione delle situazioni di sovraindebitamento e crisi d’impresa | Le interviste

L’OIC – Osservatorio Imprese Consumatori, in collaborazione con l’Associazione Prodeitalia e con il patrocinio di Confassociazioni, ha organizzato lo scorso 11 dicembre, presso la Sala Gialla del CNEL, un Tavolo tecnico sul tema “Credito consapevole, gestione delle situazioni di sovraindebitamento e crisi d’impresa” per continuare ad affrontare la problematica del sovraindebitamento, anche alla luce dell’intervento di riforma di cui alla Legge 155/2017, e per individuare possibili interventi migliorativi della Legge 3/2012.

Antonio Persici, Presidente di OIC, ha spiegato l’impegno costante dell’Osservatorio con l’Associazione Prodeitalia e Confassociazioni, per affrontare il tema molto sentito del sovraindebitamento, vista la situazione di crisi perdurante, e la mancanza di una conoscenza adeguata della Legge 3/2012 che necessita di un’implementazione nella logica della democrazia delle competenze come proposto da OIC.

L’avvocato Francesca Scoppetta, Associazione Prodeitalia, ha presentato gli interventi suggeriti per colmare le lacune della Legge 3/2012, in particolare si è soffermata sulla necessità di intervenire in merito alla liquidazione del patrimonio per le persone senza reddito e sull’importanza della prevenzione e del sostegno psicologico alle persone che si trovano in situazioni di difficoltà, aspetti previsti dalla legge, ma ad oggi poco applicati.

Angelo Deiana, Presidente di Confassociazioni, ha precisato che, sebbene si stia uscendo dalla crisi, il contesto internazionale non è dei migliori, e ha sottolineato la necessità di trovare gli strumenti più adatti per rendere più facile e meno oneroso per consumatori e imprese accedere a queste procedure. 

Enea Franza, Responsabile Ufficio Consumer Protection CONSOB, ha apprezzato questa occasione di incontro che ha offerto il polso di quello che sta accadendo nel Paese e ha sottolineato l’importanza del rapporto con le Associazioni dei Consumatori, evidenziando la necessità di un programma di educazione finanziaria per prevenire situazioni di sovraindebitamento.

Ivan Marinelli, Presidente A.E.C.I., tra i promotori dell’incontro, ha evidenziato che a questo Tavolo di lavoro si stanno raccogliendo eventuali strumenti da proporre al Parlamento per colmare le anomalie della Legge 3/2012, per aiutare e tutelare i consumatori onesti che hanno dei debiti e vogliono mettersi in regola.

Guido Grossi, Presidente Confederazione Sovranità Popolare, ha sottolineato che in Italia si avverte, più che in altri Paesi, il distacco tra finanza ed economia reale. Il mondo della finanza continua a macinare record, mentre l’economia reale fatica, anche a causa della fine delle grandi banche e delle grandi imprese, una volta controllate dalla politica e funzionali al benessere della comunità, che oggi sono state privatizzate, disgregate e spesso sono in mani straniere. 

Print Friendly
Tags: , , , , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*