Economia e Finanza

Salone dei Pagamenti 2018. A Milano tre giorni di dialogo sull’innovazione

Apre oggi a Milano la terza edizione del Salone dei Pagamenti 2018, un evento promosso da ABI per diffondere la cultura del digitale e dell’innovazione nella filiera dei pagamenti. 

I sistemi di pagamento come filo conduttore per leggere le profonde trasformazioni, tecniche e culturali, che la rivoluzione tecnologica sta portando in tutti gli ambiti del business. E l’innovazione come contesto naturale di evoluzione del settore bancario e finanziario. È ponendosi al centro di queste due direttrici di sviluppo che il Salone dei Pagamenti si conferma con la sua terza edizione – dal 7 al 9 novembre al MiCo-Milano Congressi di Milano – l’appuntamento di riferimento per l’innovazione applicata ai sistemi e agli strumenti di pagamento. Un ambito vitale di confronto che promuove il dialogo tra banche, imprese, Pubblica Amministrazione, professionisti, Istituzioni e cittadini.

L’evento, organizzato da ABI Servizi e promosso da ABI-Associazione Bancaria Italiana, in collaborazione con Feduf-Fondazione per l’educazione finanziaria e al risparmio, Consorzio CBI, Consorzio ABI Lab, sotto il patrocinio dell’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID), con oltre 60 sessioni di dibattito, 30 workshop, oltre 300 relatori coinvolti e oltre 80 partner, è il più grande incubatore italiano di idee, di progetti, di strumenti, di aziende e persone che quotidianamente producono e propongono innovazione nell’ambito dei sistemi di pagamento. Banche e circuiti di pagamento, quindi, ma anche le grandi aziende tecnologiche, la galassia delle startup fintech, acceleratori di impresa, la Pubblica Amministrazione, Università e centri di ricerca, il mondo della grande distribuzione e del commercio al dettaglio: sono tutti soggetti coinvolti in un radicale percorso di cambiamento che vede nel Salone dei Pagamenti un punto di riferimento.

I pagamenti, infatti, grazie alle abilitazioni e alle potenzialità messe a disposizione delle tecnologie, non rappresentano più solo uno strumento per finalizzare l’acquisto, ma giocano un ruolo chiave nel processo di coinvolgimento del cliente, e sono un elemento determinante e distintivo della customer experience. Per questo, gli investimenti volti a integrare i pagamenti nei processi di marketing delle imprese sono una necessità emergente e trasversale ai diversi ambiti produttivi. Dopo il grande successo delle prime due edizioni, il Salone dei Pagamenti conferma anche per il 2018 il suo format innovativo, composto da un ricco calendario di conferenze e appuntamenti con ingresso gratuito, da un ampio spazio espositivo dove incontrare, conoscere e sperimentare nuove soluzioni proposte dai partner tecnologici, e da percorsi personalizzati di educazione finanziaria.

I percorsi dell’innovazione. Sono tanti e interconnessi gli spunti tematici intorno ai quali è stato costruito il programma dell’edizione 2018, che parte da una fotografia prospettica dell’evoluzione in atto:

– L’implementazione di sistemi di Intelligenza Artificiale, Internet of Things e tecnologie di Machine Learning che stanno profondamente trasformando processi e servizi delle aziende bancarie e il rapporto tra banche e clienti.

– I protocolli blockchain che giocano un ruolo innovativo in diversi ambiti, che vanno dai pagamenti, alla contrattualistica, ai sistemi di logistica integrata.

– L’entrata in vigore della direttiva europea PSD2, che ha ridisegnato i rapporti tra le banche e i nuovi attori non bancari attivi nell’ecosistema dei pagamenti, e ha introdotto un concetto nuovo di “open banking” che rappresenta una sfida per il futuro. Tema che da un lato apre prospettive interessanti di dialogo per banche e imprese con il mondo del fintech, ricco di giovani startup, dall’altro implica riflessioni determinanti negli ambiti sempre più delicati della privacy e della sicurezza dei dati, anche in seguito alle recenti regolamentazioni poste dal GDPR.

– Il valore chiave della customer experience come elemento oggi determinante per qualsiasi modello di business, e quindi una riflessione sulla necessità e opportunità di tradurre innovazione e tecnologie in servizi migliori per i clienti.

– Il ruolo e l’impegno della Pubblica Amministrazione nel cogliere le potenzialità delle nuove tecnologie messe al servizio di un rapporto più efficiente e semplice con i cittadini e con le imprese, un tema cui è dedicata la terza giornata dell’evento.

Otto aree tematiche. Più una. Per raccontare attraverso voci autorevoli, presentazione di buone pratiche in atto e anteprime esclusive questo ampio scenario, il Salone dei Pagamenti 2018 è strutturato in otto aree tematiche che esplorano a tutto tondo l’orizzonte della “Payvolution”, il suo impatto sui macroprocessi economici e sulle abitudini quotidiane di vita e di consumo. Le otto aree, a ciascuna delle quali è dedicato un percorso di sessioni illustrative e di workshop di approfondimento, sono: Il futuro dei pagamenti globali; Blockchain e Criptovalute; Verso una società digitale; Mobile e Millennials; Bank (R)evolution; Shopping senza contante; Privacy e Sicurezza; Arriva l’Intelligenza Artificiale.

Tra le novità più stimolanti dell’edizione 2018, la sessione permanente Fintech Goes to Italy: una sorta di “incubatore temporaneo”, realizzato in collaborazione con Fintech District, che per tre giorni ospiterà giovani imprese del fintech italiane e internazionali per una serie di presentazioni aperte (pitch) e momenti di networking. Grazie al contributo di esperti, imprenditori e manager del mondo finanziario internazionale e nazionale, Fintech goes to Italy sarà l’occasione per discutere le prospettive di crescita dell’ecosistema fintech italiano, insieme ai protagonisti di questo processo. Esplorando tematiche chiave come l’accesso ai capitali, l’integrazione e il dialogo con le imprese del mondo bancario, finanziario e assicurativo, e le prospettive di internazionalizzazione.

Il Salone dei Pagamenti inoltre, anche quest’anno, dedicherà una particolare attenzione a momenti di approfondimento sui temi dedicati all’educazione finanziaria rivolti ai giovani e giovanissimi, ma anche a insegnanti ed educatori, con il coinvolgimento e la partecipazione di centinaia di ragazzi delle scuole secondarie di I e II grado a eventi appositamente pensati per il loro coinvolgimento.

Le banche motore di innovazione. Con il Salone dei Pagamenti, il mondo bancario italiano conferma il proprio ruolo guida in uno degli ambiti più avanzati e significativi dell’innovazione tecnologica. «Il Salone ha l’ambizione di non essere semplicemente un evento di settore, ma uno spazio per far crescere e diffondere la cultura dei pagamenti innovativi, coniugando le nuove tecnologie con l’operatività bancaria. Il tutto, orientato al cliente», spiega Gianfranco Torriero, Vice direttore generale dell’ABI e Presidente di ABIServizi. «Oggi dobbiamo pensare alla banca come a una piattaforma, che offre prodotti e servizi diversi, e che dialoga a 360 gradi. L’interazione che, anche grazie al Salone, abbiamo ormai consolidato con i tanti e diversi attori che ruotano intorno al mondo dei pagamenti, conferma il ruolo centrale delle banche non solo nell’offerta di servizi di pagamento, ma più in generale nell’ecosistema dell’innovazione».

Print Friendly
Tags: , , , , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*