Credito / Economia e Finanza

“Securitisation Regulation” e l’impatto sul mercato delle cartolarizzazioni

Convenia, società per la formazione professionale nel settore economico-finanziario, organizza il 18 ottobre a Milano l’evento Il nuovo “Securitisation Regulation” e l’impatto sul mercato delle cartolarizzazioni – Regolamento 2017/2402. La cartolarizzazione (securitization), è una operazione finanziaria che permette ad aziende, per lo più banche, di cedere beni e attività, crediti, asset, immobili, ecc., tramite l’emissione e il posizionamento di obbligazioni, il trasferimento avviene attraverso una società veicolo (special purpose vehicle, SPV) costituita ad hoc che emette titoli obbligazionari a breve termine (asset backed securities, ABS).

Il Regolamento 2017/2402, che si applica ai titoli emessi a decorrere dal 1° gennaio 2019, rappresenta un intervento normativo molto importante che definisce nuove procedure per regolarizzare il mercato delle cartolarizzazioni, semplificando e rendendo più trasparenti e uniformi le operazioni che le riguardano.

Il Regolamento è rivolto a una rete di soggetti molto ampia, le banche in primis, le imprese di assicurazione, le società che gestiscono i fondi di investimento alternativi, i fondi pensione, i promotori finanziari e in questo momento di crisi economica globale, questo strumento finanziario è visto come un buon metodo attraverso il quale le aziende possono rendere mobili dei capitali altrimenti vincolati, ricevendo un immediato aumento di liquidità, e per rivitalizzare i prestiti alle piccole e medie imprese. 

L’evento organizzato da Convenia affronterà i temi delle finalità del Securitisation Regulation, l’iter normativo e gli ambiti di applicazione; le cartolarizzazioni STS (Semplici, Trasparenti e Standardizzate), la normativa di secondo livello (i.e. Regulatory Technical Standards dell’EBA), le questioni interpretative (e.g. omogeneità delle esposizioni sottostanti, divieto di gestione attiva del portafoglio); i requisiti di standardizzazione, con gli aspetti finanziari: il rischio tasso/valuta e i contratti derivati, la gestione della patologia e la disciplina dell’enforcement; i requisiti di trasparenza e di notifica; la disciplina generale delle cartolarizzazioni: due diligence per gli investitori istituzionali europei e risk retention; gli obblighi di trasparenza, il divieto di ricartolarizzazione, i criteri per la concessione dei crediti, la definizione di “securitisation repository” e le ulteriori opportunità nelle applicazioni della finanza strutturata.

Fonte: Convenia

 

Print Friendly
Tags: , , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*