Consumatori / Credito / Economia e Finanza / Imprese / OIC

Convegno “Educazione Finanziaria”, Christian Faggella (Managing Partner Società La Scala): Compito avvocato nel recupero crediti è negoziare la migliore soluzione, percorribile per il debitore e che soddisfi le esigenze del creditore

Si è tenuto il 22 marzo, presso la sala del Parlamentino del CNEL in Roma, il convegno “Educazione finanziaria: sovraindebitamento, credito consapevole e buone pratiche” organizzato dall’ Osservatorio Imprese e Consumatori, in collaborazione con Ufficio Emergenza Debiti e Prodeitalia, con il patrocinio di ACMI e Confassociazioni.

Focus dell’incontro: le novità sui temi di fatturazione a 28 giorni, socializzazione degli insoluti, misure anti-indebitamento, nuove offerte placet e crediti condominiali.

Christian Faggella, Managing Partner della Società La Scala, si è soffermato sull’intervento del legale per il recupero del credito nei confronti dei consumatori per piccoli creditori. “L’intervento dell’avvocato in questi casi è sempre considerata l’ultima spiaggia. Significa che c’è stato bisogno di una escalation fino all’iniziativa giudiziale. Questo però non significa che l’avvocato debba intendere il proprio ruolo come quello di colui che deve portare necessariamente all’epilogo più drastico, cioè all’azione legale e magari l’esecuzione e l’espropriazione relativamente alla posizione debitoria che sta gestendo. Perché invece l’avvocato – ha sottolineato l’avvocato Faggella – ha una strumentistica che, mixata con la giusta sensibilità e con la giusta consapevolezza del fatto che ci sono due problemi da gestire, quello del creditore che deve recuperare un credito e quello del debitore che magari fa effettivamente fatica a ottemperare alla propria obbligazione,” gli può permettere di “riuscire a trovare la soluzione più giusta che non è necessariamente quella di una esecuzione, ma può essere quella di una soluzione stragiudiziale che per i piccoli crediti è spesso considerata una soluzione confacente“. 
L’avvocato , ha concluso, “deve mettersi in qualche modo il cappello del problem solver”  e quindi “deve cercare di negoziare la migliore soluzione che abbia le caratteristiche della percorribilità per il debitore” e “che soddisfi le esigenze del creditore che è il suo cliente“.

Guarda l’intervista a Christian Faggella, Managing Partner della Società La Scala 

Print Friendly
Tags: , , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*