Economia e Finanza / Imprese

8 marzo: crescono le imprese femminili

In occasione della festa della donna la recente indagine di Confesercenti, su elaborazione dati Infocamere, ha rilevato il continuo aumento delle imprese femminili in Italia, registrando un +0,7% rispetto all’anno precedente.

Sono 1.331.367 le attività “rosa”, una su tre nel settore commercio e turismo. A livello regionale con 36.674 imprese femminili è la Campania la regione con il maggior numero di aziende rosa del commercio al dettaglio, settore in cui nel 90,8% dei casi la presenza di donne nelle imprese è esclusiva. Le regioni a maggior presenza relativa di imprese femminili sono la Valle d’Aosta (41,2%), la Basilicata (38,4%) e l’Umbria (37,5%). Leggermente al di sotto della media (32,5%), si collocano Lombardia (31,0%), Puglia (29,8%) e Campania (29,6%).

Nella ricettività è il Trentino Alto Adige a registrare il maggior numero di imprese femminili: 2.265. La presenza relativa femminile nelle imprese è invece più elevata in Puglia (41,3%) e soprattutto Abruzzo (45,4%). La quota di imprese femminili scende invece al di sotto del 30% (anche se di poco) nel caso del Lazio (29,8%) e della Liguria (29,7%).

Il calcolo della speranza di vita delle imprese femminili (ovvero l’età media alla loro cessazione) fa emergere in generale un gap tra queste e la media complessiva di 1,6 anni in meno di possibilità di sopravvivenza. Questo dato peggiora per le imprese della ricettività, arrivando a 2 anni, è nella media per il commercio al dettaglio (1,5 anni) ed è più basso, ma riferito a una media anch’essa più bassa, per la ristorazione (0,5 anni).

La gran parte delle cessazioni si concentra nel commercio al dettaglio, in cui le chiusure sono state oltre 5 mila, a fronte di poco più di 3 mila aperture.

Nella ristorazione è maggiore la presenza di donne imprenditrici con meno di 30 anni, mentre nell’alloggio è più elevata la concentrazione in età più avanzate.

Fonte: Confesercenti

Print Friendly
Tags: , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*