Consumatori / Economia e Finanza

Liberi di innovare, liberi di scegliere. Il Manifesto per l’energia del futuro.

Una serie di incontri rivolti alle associazioni dei consumatori e alle aziende del settore energetico, promossi dal “Manifesto per l’energia del futuro”, per un mercato energetico più aperto e vicino alle esigenze dei consumatori.

Partiti da Bologna a fine gennaio, gli incontri si svolgeranno in altre nove città italiane, tra cui Milano, Torino, Roma, Napoli e Palermo, per discutere sulle opportunità offerte dalla liberalizzazione del mercato dell’energia in vista della fine del regime di maggior tutela previsto per luglio 2019.

Al centro degli incontri le quattro tematiche più rilevanti sulle quali basare l’energia del futuro: risparmio, sostenibilità, innovazione e nessuno escluso.

Risparmio. Il consumatore che sceglie l’offerta più conveniente già oggi può risparmiare sulla fornitura energetica. Domani dovrà avere a disposizione sempre più occasioni per ottimizzare il consumo della sua famiglia e delle sua impresa, in modo semplice ed efficace.

Sostenibilità. Risparmiare energia fa bene anche all’ambiente.

Innovazione. La maggiore semplificazione conseguita con la digitalizzazione porterà a una maggiore efficienza per il sistema.

Nessuno escluso. Potenziare gli strumenti di tutela dei più deboli, visto che ad oggi solo uno su tre degli aventi diritto beneficia del “bonus sociale”.

L’iniziativa è promossa da Edison, E.on, Engie, Illumia e Sorgenia, insieme alle associazioni di consumatori Adiconsum, Altroconsumo, Cittadinanzattiva, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione per la Difesa dei Consumatori e Associazione Utenti dei Servizi Radiotelevisivi.

Print Friendly
Tags: , , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*