Consumatori

Io sono originale, tre anni di attività per dire no alla contraffazione

Nella giornata di giovedì 15 giugno, nell’ambito della settimana per la lotta alla contraffazione, sono state presentate le attività svolte nell’ambito del progetto “Io sono originale”, nato nel 2014 su iniziativa della Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione-Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, del Ministero dello Sviluppo Economico, in collaborazione con le Associazioni del CNCU.
Il progetto, rivolto a tutti i cittadini, con particolare attenzione ai giovani, mira a migliorare la comprensione e la consapevolezza di quanto sia rilevante la contraffazione e gli effetti che le violazioni dei diritti di proprietà intellettuale possono avere. Aumentare il livello di auto-tutela del consumatore e coinvolgere e stimolare il consumatore a impegnarsi in modo attivo nella lotta alla contraffazione.
La campagna di comunicazione e informazione sul territorio nazionale e sul web ha visto la realizzazione di: 30 Flash Mob e 40 Road Show nelle principali piazze italiane e nei luoghi di maggior frequentazione; 20 tappe informative con le scuole superiori; pagine social facebook, instagram e twitter; 20 numeri di newsletter con uscita mensile. Realizzate, inoltre, indagini conoscitive che hanno fotografato il fenomeno della contraffazione dal punto di vista del consumatore e in particolare dei giovani e 2 APP gioco e concorso a premi.
Nel corso dell’evento sono stati presentati i dati raccolti, dai quali è emersa una diminuzione di 7 punti percentuali del numero di coloro che acquistano contraffatto (dal 57% del 2014 al 50% del 2017) attribuibile a una maggior consapevolezza da parte della popolazione adulta sui rischi collegati all’acquisto di prodotti contraffatti.
La merce più acquistata è in linea con le precedenti edizioni: al primo posto accessori pelletteria (27,4%), seguiti da abbigliamento (26,8%), cd/dvd (21.9%), occhiali (18.9%), scarpe e gioielli (13,4% ciascuna), giocattoli (10%) e solo in penultima posizione (6.3% ) alimentari, mentre i cosmetici (5,8%) rappresentano il fanalino di coda.
Tra i metodi più suggeriti dai consumatori per disincentivare questo tipo di acquisti risulta essere quello di ‘evidenziare la differenza di qualità tra prodotto di marca e contraffatto’ e di ‘incrementare la trasparenza e la tracciabilità dei prodotti’.

Il Presidente di Assoutenti, Furio Truzzi, ha sottolineato con soddisfazione la diminuzione di 7 punti percentuali del numero di coloro che acquistano contraffatto e raccontato le attività portate avanti nell’ambito del progetto.

Guarda l’intervista al Presidente di Assoutenti, Furio Truzzi

Il Segretario Generale di Movimento Consumatori, Alessandro Mostaccio, ha parlato delle attività portate avanti dalla propria associazione per sensibilizzare i giovani a questa tematica.

Guarda l’intervista ad Alessandro Mostaccio, Segretario Generale Movimento Consumatori

Margherita Simi di Field Service Italia, ha presentato i risultati dell’indagine su Contraffazione e Proprietà industriale.

Guarda l’intervista a Margherita Simi di Field Service Italia

Alessandra Coppola dell’associazione Codici ha raccontato l’attività portata avanti sui canali Social e la risposta da parte dei ragazzi.

Guarda l’intervista ad Alessandra Coppola di Codici

L’evento ha visto, inoltre, la partecipazione di Roberto Ciufoli che ha espresso il proprio apprezzamento per l’iniziativa.

Guarda l’intervista a Roberto Ciufoli

A questa edizione di Io sono originale hanno collaborato: Assoutenti, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Assoconsum, Cittadinanzattiva, Casa del Consumatore, Codacons, Codici, Confconsumatori, Federconsumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Movimento Consumatori, Unione Nazionale Consumatori, Udicon, Associazione Utenti Servizi Radiotelevisivi.

Print Friendly
Tags: , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*