Credito

Recupero crediti diventa più veloce, economico ed efficiente con ordinanza europea di sequestro conservativo su conti bancari

Il 18 gennaio sono entrate in vigore le nuove regole Ue che faciliteranno il recupero dei crediti da debitori in altri Stati membri dell’Unione europea. Nuove regole che renderanno più veloce e meno dispendiosa l’operazione. La nuova procedura consente, infatti, al creditore di ottenere un’ordinanza europea di sequestro conservativo (OESC) su conti bancari del debitore, al fine di agevolare il recupero transfrontaliero dei crediti in materia civile e commerciale. Non partecipano all’adozione del regolamento il Regno Unito e la Danimarca.
Prima dell’introduzione di questa nuova procedura, le imprese che vantavano crediti nei confronti di un partner commerciale in un altro Paese dell’Ue dovevano richiedere il blocco dell’importo a un Tribunale nello Stato membro del partner commerciale, secondo le norme e le procedure locali. Ciò richiedeva un sostegno legale massiccio e oneroso, spesso troppo costoso, in particolare per le piccole e medie imprese. Ogni anno, ha calcolato infatti la Commissione europea, si perdono circa 600 milioni di euro a causa di procedure legali lunghe e costose che impediscono alle imprese di recuperare i crediti loro dovuti al di fuori del proprio Paese di origine. La nuova procedura è, invece, più rapida, più economica e più efficiente per i creditori.
I Tribunali avranno un massimo di 10 giorni per emanare un OESC e i debitori non saranno informati in anticipo in merito all’ordinanza di sequestro conservativo. Ciò garantisce che gli attivi non vengano spostati o dilapidati e che restino disponibili per il rimborso.
Věra Jourová, Commissaria per Giustizia, consumatori e parità di genere, ha dichiarato: “In quanto ex imprenditrice so che le fatture non pagate possono pregiudicare seriamente i profitti di un’azienda. Le piccole imprese in particolare spesso non possono permettersi il sostegno legale necessario a recuperare i crediti dovuti. Grazie all’ordinanza europea di sequestro conservativo, le imprese e i cittadini europei saranno in grado di recuperare milioni di crediti transfrontalieri, chiedendo che l’importo ad essi dovuto sia bloccato sui conti bancari del debitore.”
L’OESC emessa in uno Stato membro sarà riconosciuta in tutti gli altri Stati membri e saranno disponibili moduli standard, che manterranno basse le spese legali e di traduzione. Per maggiori informazioni su come funziona l’OESC è disponibile una scheda informativa.

Per saperne di più

Il regolamento OESC

Il sequestro conservativo dei conti bancari

Print Friendly
Tags: , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*