Pubblica Amministrazione

Consip, gara da 700 milioni per i Sistemi Informativi Gestionali della PA

Al via la nuova iniziativa di Consip che punta al motore digitale della PA. Con il contratto-quadro le amministrazioni potranno infatti realizzare rapidamente (ed alle migliori condizioni tecnico economiche) i progetti di reingegnerizzazione dei processi gestionali e di trasformazione digitale grazie alla standardizzazione ed evoluzione dei sistemi informativi. Il bando rientra nel quadro generale delle strategie del governo e degli adeguamenti che saranno necessari in seguito alla riforma della PA.Agenda digitale

Grazie al contratto quadro della durata di 24 mesi che Consip aggiudicherà, le amministrazioni potranno acquistare direttamente, con contratti esecutivi di una durata fino a 48 mesi, una serie di servizi (supporto organizzativo, gestione e manutenzione, sviluppo) relativi ai sistemi gestionali (amministrazione, finanza e controllo, acquisti, risorse umane, gestione patrimonio e logistica, etc.) e alla gestione dei procedimenti amministrativi (protocollo informatico, gestione documentale, workflow, etc.). L’obiettivo è favorire la standardizzazione e l’integrazione dei sistemi informativi gestionali con le esistenti piattaforme nazionali (Sicoge, NoiPA, ecc.) e territoriali, semplificando l’adozione di software Open e il riuso delle applicazioni, affinché lo sviluppo e la manutenzione del software rappresentino grandi opportunità di sviluppo industriale e di occupazione nel nostro Paese.

agenda digitaleLa gara ha un valore di 700 milioni di euro (coprendo circa il 20% del mercato della PA per i servizi in oggetto), sarà aggiudicata con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa – con la netta prevalenza della valutazione tecnica – ed è suddivisa in 5 lotti: Pubbliche Amministrazioni Centrali (240 milioni di euro); Pubbliche Amministrazioni Locali del Nord (160 milioni di euro); Pubbliche Amministrazioni Locali del Centro-Sud (90 milioni di euro); Enti SSN del Nord (100 milioni di euro); Enti SSN del Centro-Sud (110 milioni di euro). È garantita la possibilità di partecipazione – in raggruppamento o in consorzio – anche alle imprese prive dei requisiti di fatturato, come ad esempio le startup.

Il bando mira anche a risolvere la criticità di numerosi vigenti contratti della PA, gestiti in proroga anche da anni, i cui costi sono molto più elevati rispetto ai valori correnti di mercato, ripristinando così le condizioni di competizione trasparente tra le imprese del mercato dell’informatica pubblica, in via di profonda trasformazione.

Print Friendly
Tags: , , , , , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*