Credito

Debiti PA verso le imprese: “Pagato meno della metà di quanto dovuto”

Procede a rilento lo smaltimento dei debiti della Pubblica amministrazione nei confronti delle imprese fornitrici. Rispetto all’ultimo monitoraggio effettuato dal ministero dell’Economia e delle Finanze, al 30 gennaio 2015, è stato registrato un incremento di “soli”4 miliardi da ottobre.
DebitiIl MEF ha reso noto che i pagamenti destinati allo smaltimento dello stock di debiti delle pubbliche amministrazioni scaduti a fine 2013 hanno raggiunto quota 36,5 miliardi, mentre risultano nelle disponibilità degli enti debitori e quindi in via di pagamento ulteriori 6,2 miliardi.
Per il mondo delle imprese, specialmente di quelle di piccole e medie dimensioni, quanto fatto dal governo non è sufficiente a restituire slancio al tessuto produttivo del Paese. Anzi, i pagamenti si riferiscono ai debiti maturati dalla PA fino al 31 dicembre 2013 e non ai ritardi che lo Stato ha continuato ad accumulare per tutto il 2014.

Secondo il presidente del Centro Studi ImpresaLavoro, Massimo Blasoni “sono gli stessi dati che il governo comunica a certificare che Renzi non ha mantenuto la promessa di saldare tutti i debiti della Pubblica Amministrazione entro il 21 Settembre dello scorso anno. Il Presidente del Consiglio aveva garantito di saldare tutto il pregresso entro San Matteo: siamo a San Valentino, 146 giorni dopo, e siamo anche a meno di metà del percorso. La Pubblica Amministrazione onora i propri impegni in tempi lunghissimi, 170 giorni: il governo, per non essere da meno, sembra adeguarsi a questi tempi nel mantenere le sue promesse. Le imprese, però, non possono più permettersi di aspettare”.

Print Friendly
Tags: , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*