Economia e Finanza

Bce: Bond greci non sono più garanzia per ottenere liquidità

La Banca centrale europea ha deciso di revocare la deroga, introdotta nel 2010, che consentiva alle banche greche di approvvigionarsi di liquidità presso l’istituto centrale fornendo a garanzia titoli di Stato. Nella comunicazione bandiera greciaufficiale dell’istituto di Francoforte, si spiega che quella deroga permetteva che i titoli pubblici ellenici fossero usati nelle operazioni di politica monetaria dell’Eurosistema, nonostante il fatto che essi non soddisfacessero più i requisiti minimi di rating. L’eccezione era stata concessa a patto che la Grecia rispettasse i programmi di risanamento previsti dalla Troika. Con il nuovo governo greco, guidato da Alexīs Tsipras, deciso a non rinnovare i suoi impegni con la Troika e la volontà di intraprendere una politica anti-austerity, la Bce decide quindi di giocare d’anticipo. “Al momento non è possibile presumere una conclusione positiva del processo di revisione del programma” di aiuti alla Grecia, si legge nella nota.
Gli strumenti in questione, continua la nota della Bce, cesseranno di essere ammissibili come garanzia a partire dall’11 febbraio.
Un duro colpo per le banche greche che si trovano a fare i conti con una continua fuga di depositi iniziata a fine 2013.

Print Friendly
Tags: , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*