Pubblica Amministrazione

Consip, al via la gara per la telefonia fissa delle PA. Asta da 925 milioni

È partita la quinta edizione della gara per la telefonia fissa delle Pubbliche Amministrazioni. Ad annunciarlo Consip che ha specificato anche i nodi oggetto del bando: dalla fornitura dei servizi di telefonia fissa, di base e avanzati, a quelli di IP Centrex, a quelli di Rete intelligente fissa (compresi quella di rete virtuale privata, addebito al chiamato, ripartito, numero personale e numero unico). Questa edizione non comprende tuttavia la trasmissione dati, oggetto della gara SPC Connettività, in un’ottica di ottimizzazione e razionalizzazione degli strumenti offerti da Consip alle Amministrazioni.
Nuovo l’impianto di gara rispetto alle precedenti edizioni. A conclusione della procedura avviata oggi, infatti, verranno attivati sia un accordo quadro con più operatori economici (su cui basare la successiva aggiudicazione di appalti specifici da parte di singole amministrazioni), sia una Convenzione (come nelle precedenti edizioni della gara). Con l’aggiudicatario primo nella classifica di merito verrà stipulata una convenzione per un quantitativo massimo di 400mila linee equivalenti. Con gli aggiudicatari – il cui numero varia in rapporto al numero di offerte ricevute – verrà inoltre siglata un’intesa, per la quale saranno riservati ordinativi di fornitura per ulteriori 200mila linee equivalenti stipulati a seguito degli appalti specifici realizzati dalle singole amministrazioni.

L’obiettivo è quello di garantire continuità nell’offerta alle Pubbliche Amministrazioni di diverse dimensioni, offrendo strumenti di approvvigionamento efficienti sia per le PA che necessitano del servizio base di telefonia fissa, sia per quelle che intendano acquistare servizi più complessi e personalizzare il servizio. Inoltre, la presenza di più operatori economici aggiudicatari garantisce una maggiore apertura al mercato.

La durata dell’Accordo quadro e della Convenzione è di 36 mesi, con possibilità di proroga sino ad ulteriori 12 mesi. La gara è in un unico lotto e ha un prezzo base d’asta fissato in 925 milioni di euro. Sarà effettuata a procedura aperta e verrà aggiudicata con la modalità dell’offerta economicamente più vantaggiosa seguendo criteri tecnici ed economici.

Il termine di scadenza per la presentazione delle domande è fissato per le ore 12 del 31 marzo.

Print Friendly
Tags: , , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*