Consumatori / Pubblica Amministrazione

Canone Rai non in bolletta e stesso importo nel 2015

Il canone Rai non cambia. L’imposta dovuta per il possesso di apparecchi radiotelevisivi non sarà introdotta nelle nostre bollette dell’energia elettrica e non varierà di importo almeno per il 2015. E’ stato lo stesso presidente del Consiglio, Matteo Renzi a spiegare le cause che hanno portato ad abbandonare un progetto che sembrava ormai potersi concretizzare: “Il canone in bolletta era una buona idea, ma c’erano problemi tecnici”, ha dichiarato alla trasmissione “Che tempo che fa”, aggiungendo:  “E’ arrivato il momento di occuparsi di Rai in modo strategico. Io voglio una Rai come quella di Benigni, che ci ha fatto emozionare. Voglio una Rai all’avanguardia, che sia sui telefonini, che venda all’estero. Anche qui ho un’idea dell’Italia che ce la fa, contro i mugugni”. In realtà l’idea del governo di collegare il bollettino dell’imposta televisiva alle utenze elettriche degli italiani ha scatenato le reazioni delle associazione dei consumatori, contrarie ad una simile misura. L’altra novità è che nella legge di stabilità, approvata al Senato sabato notte, la voce che riguarda l’importo del canone RAI, che rimarrà in linea con il 2014 quindi a quota 113,50 euro. Sempre in tema di “tassazione” c’è da festeggiare l’ok alla riduzione dell’IVA applicata agli e-book, che passerà al 4%.

Print Friendly
Tags: , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*