Economia e Finanza

Italia, per l’Ocse ripresa solo nel 2015. Moody’s: è tra i Paesi più vulnerabili

italiaL’Italia è uno dei Paesi della zona euro più esposti a un potenziale cambiamento nei flussi finanziari. Un rischio al quale è esposta nonostante gli interventi della Banca centrale europea (Bce), ”dato un fabbisogno lordo di finanziamento del debito stimato a circa il 29% del Pil nel 2015”. Ad affermarlo è l’agenzia di rating Moody’s nel suo rapporto per il 2015. Secondo l’agenzia anche la Spagna è vulnerabile con un 20%, che la colloca al secondo posto nell’Eurozona.
“I governi della periferia dell’Eurozona – continua Moody’s – hanno fatto molto, ma i piani di consolidamento di bilancio e riforme restano incompleti, specialmente in Italia”.
Cattive notizie per l’Italia anche nell’Outlook semestrale dell’Ocse che abbassa ancora le stime di crescita. Alla fine del 2014 il Pil Italiano sarà sceso dello 0,4%, con un calo dello 0,5% nell’ultimo trimestre. Per il 2015 è attesa, invece, una timida ripresa con un +0,2%. La ripresa dovrebbe però iniziare nel secondo semestre e per il 2016 il nostro Paese potrà segnare un +1%. L’Eurozona chiuderà il 2014 a +0,8%, mentre nel 2015 è prevista una crescita dell’1,1% nel 2015 e nel 2016 dell’1,7%.
Il rapporto sottolinea che “il supporto della politica monetaria della Bce dovrebbe migliorare le condizioni finanziarie e facilitare una risalita dei prestiti bancari, che dovrebbe aumentare gli investimenti”. Ritenuta appropriata la scelta italiana di rinviare il pareggio di bilancio, perché potrà permettere di “dare alle riforme strutturali già concordate e alle politiche monetarie accomodanti una possibilità di rilanciare l’attività economica”. L’Italia dovrà comunque proseguire con determinazione nelle riforme e stare attenta sul fronte dell’indebitamento. Il prossimo anno il debito toccherà infatti il 132,8% del Pil. L’Ocse prevede per l’Italia un deficit al 3% del Pil quest’anno seguito dal 2,8% nel 2015 e in discesa al 2,1% nel 2016.

Print Friendly
Tags: , , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*