Pubblica Amministrazione

Servizio Energia, risparmi del 25% per la PA grazie alla convenzione Consip

Nuovo prestigioso riconoscimento internazionale per Consip. La società del MEF ha vinto il premio European Energy Service Award (EESA) 2014, nella categoria “Best European Energy Service Promoter” (miglior promotore europeo dei servizi energetici), attraverso l’iniziativa Servizio Integrato Energia, volutamente denominata per l’occasione “Heat and Save: from Energy saving to Public Efficiency”. Ad assegnare il riconoscimento è stata una giuria di cinque esperti della Commissione Europea, della Banca Europea per gli Investimenti e della Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo, che ha scelto di premiare il progetto Consip fra i 30 complessivamente presentati. Il premio EESA è una iniziativa creata nel 2006, rivolta a progetti, aziende e istituzioni che hanno contribuito in maniera significativa al mercato europeo per i servizi energetici e si inquadra nell’ambito dell’EESI – European Energy Service Initiative 2020.

Domenico Casalino, ad di Consip

Domenico Casalino, ad di Consip

Il Servizio Energia è un contratto “a prestazione” mediante il quale il fornitore eroga un servizio di gestione degli impianti garantendo un livello prestabilito di comfort – di temperatura – all’interno degli edifici. Il fornitore è anche chiamato a effettuare interventi di efficientamento energetico, con l’obiettivo di una migliore efficienza nel rendimento delle fonti energetiche, e di riqualificazione del sistema edificio-impianto, i cui risparmi remunerano il fornitore stesso degli interventi eseguiti. Questa tipologia di remunerazione incentiva il fornitore ad ottimizzare i consumi energetici per ridurre i propri costi. L’importanza dell’iniziativa sta anche nell’impatto ambientale dal momento che, grazie alla riduzione dei consumi energetici, diminuiscono anche le emissioni di sostanze inquinanti in atmosfera. A partire dal 2006, attraverso questa convenzione la PA ha stipulato 622 contratti di fornitura, relativi a circa 13mila edifici, per un valore di 2,2 miliardi di euro. Sono stati realizzati dai fornitori quasi duemila interventi di riqualificazione energetica/manutenzione straordinaria, con investimenti per oltre 200 milioni di euro. In termini economici, la convenzione consente un risparmio del 25% sui costi storici della PA, mentre dal punto di vista ambientale, i contratti stipulati hanno garantito una riduzione annua di circa 500mila tonnellate di CO2 emessa.

A ritirare il premio, nella cerimonia svoltasi a Bruxelles, è stato l’amministratore delegato, Domenico Casalino, che ha dichiarato: “L’efficienza energetica degli edifici pubblici è un tassello fondamentale per la razionalizzazione della spesa della PA e, più in generale, per la riduzione dell’impatto ambientale. La Pubblica Amministrazione ‘occupa’ un consistente numero di edifici, spesso molto grandi ed inefficienti dal punto di vista energetico ed è chiamata a un duplice impegno: da un lato risparmiare, cioè consumare di meno, dall’altro rendere l’uso dell’energia più razionale, e dunque migliorare l’efficienza degli impianti. In questo senso l’esperienza che portiamo avanti da anni con la convenzione Servizio Integrato Energia rappresenta un’eccellenza, riconosciuta ulteriormente dal premio che abbiamo ricevuto”.

Print Friendly
Tags: , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*