Imprese

Vodafone, ricavi da servizi in calo del 12,8%. Confermato il piano Spring

Vodafone Italia chiude l’anno fiscale al 31 marzo 2014 con ricavi da servizi pari a 5.790 milioni di euro, registrando un calo organico del 12,8% al netto dell’impatto della riduzione delle tariffe di terminazione mobile (-17,1% includendo l’impatto delle terminazioni).

Vittorio Colao, ad di Vodafone

Vittorio Colao, ad di Vodafone

La chiusura dell’anno segna l’avvio del piano Spring, con cui Vodafone raddoppia gli investimenti in Italia nei prossimi due anni, portandoli a 3,6 miliardi di euro.  L’iniziativa di investimento, che ha l’obiettivo di raggiungere il 90% della popolazione con rete mobile 4G e di portare la fibra ottica a 7 milioni di famiglie e imprese entro il 2016, imprime un’ulteriore accelerazione alla strategia di differenziazione di Vodafone sul mercato italiano.

La performance finanziaria è stata influenzata dalla crescente razionalizzazione dei consumi, dall’impatto sull’anno degli interventi regolatori, e soprattutto dal perdurare della forte pressione competitiva, che ha raggiunto il suo apice nel periodo estivo.

In questo scenario continuano a crescere i ricavi da servizi a pacchetto (+15,2%) e il numero di smartphone e tablet che hanno raggiunto i 10,1 milioni su rete Vodafone (+16,8%). Ciò ha contribuito a sostenere una crescita elevata dell’utilizzo dei dati da parte dei clienti (+58%) e i volumi di traffico voce (+12,6%). I ricavi da rete fissa si attestano a 846 milioni di euro, con 2,41 milioni di clienti, di cui 1,79 milioni Clienti ADSL (+ 4,5%).

L’Ebitda è pari a 2.302 milioni di euro con una diminuzione del 24,9% rispetto all’anno precedente, su cui hanno pesato la guerra dei prezzi, gli interventi regolatori, e la scelta di proseguire nella strategia di investimenti, anche in un contesto di mercato in contrazione.

Print Friendly
Tags: , , , , , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*