Credito

Debiti PA, Renzi: “Manterrò impegno”. NCD presenta Ddl per compensazione debiti-crediti per le imprese

“Confermo quello che ho detto: i debiti pregressi della Pubblica amministrazione li paghiamo entro il 21 settembre”. Così il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ai microfoni di Radio 105, torna a fare chiarezza sulla questione, dopo le polemiche dei giorni scorsi che hanno visto coinvolti lo stesso premier, il sottosegretario Graziano Delrio e il vicepresidente della Commissione europea Antonio Tajani.

L’Italia infatti rischia l’apertura di una procedura d’infrazione da parte di Bruxelles per il mancato rispetto della direttiva UE che impone tempi di pagamento certi alla Pubblica amministrazione verso le imprese fornitrici di beni e servizi.

Intanto il Nuovo Centro Destra ha annunciato di aver presentato una proposta di legge che vada in soccorso delle imprese creditrici della Pa e che prevede la compensazioni tra debiti e crediti.

ncdIl capogruppo Nunzia De Girolamo in una nota spiega: “Intendiamo correggere gli automatismi previsti nel pagamento dei debiti da parte dalla PA a fronte di pendenze con Equitalia. Il testo messo a punto da Ncd prevede l’erogazione all’imprenditore del 50% di quanto dovuto dall’amministrazione pubblica a fronte dell’impegno di chiedere la rateizzazione del debito fiscale. Superata questa procedura viene liquidata l’altro 50% del credito vantato nei confronti della Pubblica amministrazione”.

“In particolare – aggiunge l’ex ministro – con questa proposta, le aziende potranno incassare l’intero credito soddisfacendo, al contempo, la corretta pretesa erariale. Con un sistema bilanciato tra interessi pubblici e privati, si riuscirebbe a lasciare invariato il bilancio dello Stato rispetto ai propri crediti che non verrebbero falcidiati e, nel contempo si libererebbero quelle risorse che sono più che necessarie in un momento economico così drammatico. Le aziende, infatti, saranno libere di scegliere le modalità di soddisfacimento dei crediti della P.A. attraverso un meccanismo semplice, chiaro, snello e, soprattutto, sburocratizzato”.

Print Friendly, PDF & Email
Tags: , , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*