Consumatori / Pubblica Amministrazione

Recensioni false, l’Antitrust vuole vederci chiaro sul caso Tripadvisor

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha deciso di avviare un procedimento per pratica commerciale scorretta nei confronti di Tripadvisor per verificare se la società adotti misure idonee a prevenire e limitare il rischio di pubblicazione di false recensioni, sia sotto il profilo informativo che relativamente alle procedure di registrazione. La decisione è stata adottata alla luce delle numerose segnalazioni pervenute da parte di consumatori, di proprietari di strutture turistiche (alberghi, ristoranti e altri luoghi di ritrovo) e dell’associazione Unione Nazionale Consumatori.

Giovanni Pitruzzella

Il presidente dell’Antitrust, Giovanni Pitruzzella

L’indagine di approfondimento segue quella analoga avviata ieri dall’Antitrust ai danni di Booking ed Expedia. Le due agenzie di viaggio online avrebbero limitato attraverso gli accordi con le strutture alberghiere, stando alle denunce inoltrate all’Authority guidata da Giovanni Pitruzzella, la concorrenza sul prezzo e sulle condizioni di prenotazione tra i diversi canali di vendita, ostacolando la possibilità per i consumatori di trovare sul mercato offerte più convenienti. Secondo l’Antitrust l’utilizzo di queste clausole da parte di Booking ed Expedia potrebbe limitare significativamente la concorrenza sia sulle commissioni richieste alle strutture ricettive che sui prezzi dei servizi alberghieri, in danno, in ultima analisi, dei consumatori finali.

Print Friendly
Tags: , , , , , , , ,

6 Comments

  1. L’Antitrust si accorge solo ora di tutto questo?
    Sono anni che funziona così… Tripadvisor non verifica assolutamente le recensioni e se una struttura “protesta” perchè vengono inseriti commenti completamente falsi, non viene minimamente ascoltata.
    Per quanto riguarda le agenzie online (OTA), le percentuali richieste alle strutture ricettive sono sempre maggiori, assottigliando sempre più i margini di guadagno degli albergatori! Viene inoltre richiesto il miglior prezzo garantito, ovvero se un’agenzia applica il 10% di commissioni e una il 18%, l’albergatore dovrebbe garantire su entrambe il medesimo prezzo… cosa assolutamente assurda!!

  2. ma!! che esagerazioni…per quanto riguarda expedia non saprei cosa dire, ma per quanto riguarda tripadvisor, alla fin fine è un mezzo perchè chi viaggia possa esprimere liberamente la propria opinione e che può vagamente orientarci verso un ristorante o un hotel o un museo piuttosto che un’altro, ma non è certo oro colato… tanto per dire, ci sono ristoranti di cui alcuni su trip advisor hanno detto peste e corna e nei quali invece mi sono trovata bene, altri di cui parlavano benissimo e nei quali non ho trovato nulla di speciale…ma eliminare o controllare tripadvisor significherebbe privare gli utenti di hotel, alberghi e altre strutture di esprimere un parere spassionato sull’esperienza vissuta… a meno che una struttura non faccia proprio pietà a livello qualitativo, di pulizia ecc…ci sarà sempre chi ne parla benissimo, chi dice che è nella media e chi, magari perchè è un po’ troppo schizzinoso, dirà delle cose poco piacevoli…ma se una struttura è pulita, ordinata, serve cibo di qualità, dà un buon servizio ai clienti, penso che l’ultimo dei suoi problemi siano le recensioni su trip advisor…

  3. salvatore says:

    E’ bello recensire un albergo ma ci devono essere delle regole. Mettiamo il caso che ci fosse una sorta di piattaforma dove gli albergatori vanno a recensire i clienti che non pagano e che si comportano male in Hotel riservata solo agli albergatori, nemmeno per sogno è possibile in italia una cosa del genere Da questo punto di vista nessuno ci tutela. Il coltello dalla parte del manico non lo può tenere solo il cliente. Basta davvero poco a rovinare una struttura ricettiva presa di mira.

  4. prima d tutto expedia e tripadvisor, cosi con venere, sono la stessa società. tripadvisor è una forma d ricatto bella e buona ed è capitato a me stesso. una signora pretendeva di avere il prezzo che era in offerta on line (dalla parola stessa… OFFERTA ON LINE!!!) direttamente per telefono in caso contrario avrebbe fatto la recensione e cosi è stato. la NON cliente nn è venuta ma ha fatto la recensione e quei simpaticoni d tripadvisor l hanno pubblicata lo stesso. la cosa bella è che nella recensione stessa la NON cliente ha scritto che non ha soggiornato in htl a causa della non offerta applicata… in inghilterra sta diventando un caso nazionale… c vorrebbe una class action oltre ad una multa milionaria tipo quella che fanno alla microsoft. e se scrivi a tripadvisor t dicono che se nn hanno usato parolacce o nomi di persone la recensione va bene… quindi in poche parole vado in un ristorante mangio dico che ho visto un topo per non pagare (topo inesistente) mi fanno pagare il conto e pubblico una recensione dove dico che c era un topo. la recensione viene accettata perche non c sono parolacce o nomi di persone… cap d cazz!!!!

  5. Vi è mai capitato che qualcuno vi chiami per proporvi l’ acquisto di recensioni su tripadvisor? A me è successo proprio lunedi scorso. Non volevo credere a ciò che sentivo. In un attimo mi è venuto meno tutto. Ho un ristorante a Sorrento, e faccio il possibile per far star bene tutti i miei clienti, lavorando in modo leale con il mio staff, aspettando con entusiasmo che chi è stato da noi ci scriva qualcosa di carino. Sentirti dire: abbiamo la possibilità di farti aumentare le recensioni positive dietro un compenso economico con tanto di fattura, è vergognoso!! Per di più tanto di informativa mandata per posta elettronica. Ma la cosa sconvolgente (posso dimostrarlo nero su bianco) è pagare € 399,00+iva per 15 recensioni. Ma in che mondo di corrotti viviamo!!!!

  6. personalmente ho aiutato un mio amico albergato scrivendo una recensione positiva (da lui scrittami) per migliorare la sua visibilità. Non ho mai soggiornato nell’hotel del mio amico. Così ha fatto anche un nostro amico. Nessuno di Tripadvisor ha controllato la mia identità nella registrazione. Per cui sono pianamente convinta che è un servizio senza nessuna qualità, regola, metodo di lavoro ed etica e che permette di rovinare molte attività!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*