Economia e Finanza

Bankitalia: ancora restrittive le condizioni di offerta dei prestiti alle imprese

Nel primo trimestre del 2014 le condizioni di offerta dei prestiti alle imprese sono rimaste lievemente restrittive, risentendo del rischio percepito connesso con le prospettive ancora incerte dell’attività economica in generale e di particolari settori e imprese. E’ quanto si legge nell’indagine sul credito bancario della Banca d’Italia per quanto riguarda le banche italiane.
La restrizione – continua Bankitalia – ha continuato a interessare la maggior parte dei termini e delle condizioni. Gli intermediari non prevedono prestitivariazioni di rilievo nel trimestre in corso.
Gli intermediari hanno allentato i criteri di offerta dei prestiti alle famiglie per l’acquisto di abitazioni, in seguito alla riduzione dei costi di provvista e all’aumento della pressione concorrenziale da parte di altre banche e istituzioni finanziarie.
L’allentamento delle politiche creditizie si è tradotto soprattutto in una riduzione dei margini sulla media dei prestiti e in un aumento del rapporto tra valore del prestito e delle garanzie. Le condizioni di offerta rimarrebbero invariate nel trimestre in corso.
Secondo le valutazioni degli intermediari, la domanda di prestiti ha mostrato segnali di miglioramento: si è interrotto il calo di quella delle imprese ed è aumentata la domanda delle famiglie. Nel secondo trimestre di quest’anno aumenterebbero le richieste di credito da parte delle imprese e, in misura più marcata, quelle di mutui per l’acquisto di abitazioni.

Print Friendly
Tags: , , , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*