Pubblica Amministrazione

DL Irpef, debiti Pa: in arrivo altri 9 mld. Stop assunzioni a chi paga tardi

Il decreto Irpef, quello che passerà alla storia per il bonus di 80 euro in busta paga, ha ricevuto il via libera del Quirinale ed è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.95 del 24 aprile. Nel testo spuntano anche significative novità per contrastare debiti e ritardi nei pagamenti della Pubblica amministrazione nei confronti delle imprese fornitrici.

In primo luogo il divieto di assunzioni, nemmeno per co.co.co o tramite contratti di servizio, per le amministrazioni pubbliche che registreranno, nei pagamenti delle fatture, tempi superiori ai 90 giorni nel 2014 e 60 nel 2015. Il decreto prevede anche che un ‘’registro unico delle fatture’’ dovrà essere tenuto dalle amministrazioni gazzettapubbliche a partire dal primo luglio. Sarà un obbligo ed entro 10 giorni dal ricevimenti vi andranno ‘’le fatture o le richieste equivalenti di pagamento’’ per somministrazioni, forniture, appalti e prestazioni professionali’’. Questo nuovo adempimento è ‘’parte integrante del sistema informativo contabile’’ delle amministrazioni.

Con il decreto Irpef, l’esecutivo mette altri 9,6 miliardi di euro sul tavolo del pagamento dei debiti delle amministrazioni pubbliche, che si aggiungono ai 47 già stanziati e che possono estendersi fino a 13 miliardi senza intaccare il deficit, come annunciato nei giorni scorsi dal ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan. Il governo infine riscrive le norme per la certificazione dei crediti della P.a, con nuovi strumenti per favorire la cessione dei crediti certificati.

Print Friendly, PDF & Email
Tags: , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*