Imprese

Telecom, Giuseppe Recchi è il nuovo presidente. Telco finisce in minoranza

È Giuseppe Recchi il nuovo presidente del Consiglio di Amministrazione di Telecom Italia che resterà in carica per i prossimi i tre anni.  La nuova assemblea sarà composta da 13 amministratori con un mandato che scadrà con l’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2016. Il compenso complessivo annuo del nuovo CdA sarà di 1.900.000, da ripartire tra i suoi componenti in conformità alle deliberazioni che verranno assunte dallo stesso Consiglio.telecom italia

Come da Statuto, sulla base delle liste presentate dai soci sono stati nominati sei amministratori della Società: tre della lista presentata da un gruppo di società di gestione del risparmio ed investitori istituzionali internazionali, che ha ottenuto il maggior numero di voti: Lucia Calvosa (indipendente), Davide Benello (Indipendente) e Francesca Cornelli (indipendente). Altri tre sono stati eletti all’interno della lista Telco, finita in minoranza per numero di voti (decisiva, a tal proposito la mossa di Marco Fossati che ha sostenuto in extremis la lista dei fondi): Giuseppe Recchi (indipendente), Marco Patuano, Baroness Denis Kinksmill Cbe (indipendente).

Marco Fossati

Marco Fossati, rappresentante Findim

Non essendo stata così completata la composizione del nuovo Consiglio di Amministrazione con il voto di lista, sono stati eletti dall’assemblea con voto a maggioranza i seguenti consiglieri proposti dal socio Telco S.p.A.: Flavio Cattaneo (indipendente), Giorgina Gallo (indipendente), Tarak Ben Ammar (indipendente), Laura Cioli (indipendente), Giorgio Valerio (indipendente), Jean Paul Fitoussi, Luca Marzotto (indipendente). A sorpresa, restano fuori rappresentanti di Findim. 

L’assemblea ha inoltre approvato il bilancio dell’esercizio 2013 di Telecom Italia, deliberando l’integrale copertura della perdita mediante l’utilizzo di riserve  (per euro 499.374.035,06) e utili portati a nuovo (per euro 528.910.741,99); ha approvato l’accantonamento di 9.900.000 di euro a servizio del Piano di Azionariato Dipendenti deliberato dall’Assemblea dello scorso anno; ha altresì approvato di distribuire alle sole azioni di risparmio il dividendo privilegiato, in ragione di 2,75 cent per azione, mediante utilizzo di riserve.

Print Friendly
Tags: , , , , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*