Ambiente & Salute

Sanità in tasca, la Commissione europea punta forte su mHealth

La Commissione europea ha lanciato una consultazione su mHealth o mobile health, chiedendo aiuto nella ricerca di modi per migliorare la salute e il benessere degli europei con l’uso di dispositivi mobili, come telefoni cellulari, tablet, dispositivi di monitoraggio pazienti e altri dispositivi wireless. Commissione EuropeaA parlare dei vantaggi derivanti dall’uso delle nuove tecnologie, il vicepresidente Neelie Kroes, responsabile per l’Agenda digitale: “mHealth ridurrà le visite costose agli ospedali, aiuterà i cittadini a farsi carico della propria salute e benessere, a muoversi verso la prevenzione piuttosto che la cura”. “Una grande opportunità – ha aggiunto – per l’economia app in piena espansione e per gli imprenditori che la sosterranno”.

D’accordo il commissario europeo per la Salute, Tonio Borg: “mHealth ha un grande potenziale per consentire ai cittadini di gestire la propria salute e mantenersi in salute più a lungo, per innescare una maggiore qualità delle cure e comfort per i pazienti e per assistere gli operatori sanitari nel loro lavoro. Come tale, esplorando soluzioni, mHealth può contribuire a sistemi sanitari moderni, efficienti e sostenibili”.

Ad oggi sono quasi 100mila le app per dispositivi mobile finalizzate agli obiettivi di mHealth e scaricabili dalle piattaforme iTunes, Google Play,Windows Marketplace, BlackBerry Mondiale. Quelle dedicate allo sport, al fitness e alla salute, hanno fatto già registrare 231 milioni circa di download in tutto il mondo.

Print Friendly
Tags: , , , , , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*