Pubblica Amministrazione

Letta alle corde. Squinzi: “Presenti soluzioni o andremo da Napolitano”

Il futuro di Enrico Letta a Palazzo Chigi è appeso ad un filo. L’ultimo in ordine di tempo a chiedere un cambio di passo al governo è stato il presidente della Confindustria, Giorgio Squinzi, nel corso di un’intervista concessa a Giovanni Minoli su Radio24. Le imprese sono preoccupate e da Letta invocano risposte concrete a problematiche che si protraggono da tempo immemore.

Il presidente della Confindustria, Giorgio Squinzi

Il presidente della Confindustria, Giorgio Squinzi

L’ultima chance sarà fornita al premier il prossimo 19 febbraio, data in cui incontrerà in “trasferta” proprio il numero uno degli industriali. A viale dell’Astronomia, senza troppi giri di parole, si valuta già un piano B nel caso che il faccia a faccia prendesse una brutta piega.

Non resterebbe che appellarci a Napolitano che, nella sua grande saggezza, saprà prendere le decisioni giuste per il Paese”. Parole queste, scoccate a mo’ di sciabola dal numero uno della Confindustria. “Il presidente del Consiglio – ha spiegato Squinzi – si è impegnato a tornare in occasione del consiglio direttivo portando soluzioni, alcune già fatte e alcune avviate”. “Ma se dovesse arrivare con la ‘bisaccia vuota’ – da qui il chiaro ultimatum – sarebbe un grosso problema”. “Conosco bene Letta da tanti anni – ha tuttavia precisato il presidente degli industriali – e credo che il suo immobilismo derivi dalla situazione politico istituzionale attuale piuttosto confusa”.

Solo ieri i due hanno avuto modo di tornare a confrontarsi. Squinzi ha portato a Letta gli attestati di stima della Confindustria e, al tempo stesso, gli ha ricordato di “prepararsi” al meglio in vista del 19 febbraio. Il metodo del bastone e della carota, dunque, che il patron della Mapei e del Sassuolo Calcio ha utilizzato già in passato per mettere pressione elegantemente al governo. “Più che disfattista – ha detto Squinzi – penso di essere un realista. Il presidente Letta mi ha convocato ieri a Palazzo Chigi, ci siamo spiegati, gli ho presentato le nostre priorità e i tempi strettissimi in cui devono essere realizzate”.

Print Friendly
Tags: , , , , , , , , , ,

One Comment

  1. Pingback: Squinzi: risposte da Letta o ci appelliamo a Napolitano – La Stampa | Sindacato UNSIAU

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*