Pubblica Amministrazione

Pagamenti PA, parte sul MEPA il servizio di supporto alla fatturazione elettronica per le imprese

Partita la lettera di avvio della procedura d’infrazione contro l’Italia per i ritardi nei pagamenti della Pubblica amministrazione verso le imprese, il Governo corre ai ripari e smorza gli allarmismi. Il sottosegretario all’Economia, Pierpaolo Baretta, in merito all’azione formale aperta dalla Commissione europea intervenendo su Radio 1 ha dichiarato: “Il governo e la pubblica amministrazione si stanno mettendo in regola con le direttive, di certo non credo che la procedura europea ci aiuterà, anzi ci complicherà la vita, è chiaro che dobbiamo fare di tutto per evitare l’infrazione, dobbiamo fare di tutto per evitarla e lo faremo”.

Intanto nell’ambito delle iniziative del governo finalizzate a migliorare i tempi di pagamento dei debiti commerciali da parte delle pubbliche amministrazioni, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha reso disponibile da ieri il servizio di supporto alla fatturazione elettronica per tutte le piccole e medie logo_mepa_1imprese (PMI) abilitate al Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MEPA).

Il nuovo servizio, nell’ambito del Programma di razionalizzazione degli acquisti sul portale www.acquistinretepa.it e più in generale nel contesto delle iniziative volte a smaltire il debito pregresso delle pubbliche amministrazioni e a ridurre i tempi di pagamento dei debiti commerciali, è totalmente gratuito: le piccole e medie imprese fornitrici della PA centrale potranno generare, trasmettere e conservare le fatture elettroniche obbligatorie da giugno 2014 nei confronti di Ministeri, Agenzie fiscali ed Enti nazionali di previdenza.

La platea dei potenziali utilizzatori del servizio – sottolinea una nota del MEF – è molto vasta considerato che il MEPA, nel 2013, è stato utilizzato da oltre 24.000 pubblici funzionari che hanno sviluppato, con più di 21.000 fornitori della PA, un volume di acquisti di oltre 900 milioni di euro, concludendo on line più di 335.000 contratti. Indispensabile, per poter fruire del nuovo servizio, sia per l’adesione che per l’invio e la ricezione delle fatture, è l’utilizzo della firma digitale, già impiegata nelle quotidiane attività di funzionamento del MEPA.

Print Friendly
Tags: , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*