Imprese

Banda larga, Unioncamere Piemonte e Anci insieme contro il digital divide

Diffondere la banda larga attraverso le nuove tecnologie digitali e permettere a tutte le aziende operanti nei diversi ambiti del territorio piemontese di avere la stessa opportunità di accesso alla rete, elemento fondamentale per la crescita economica e l’internazionalizzazione dell’impresa. ANCICon questo obiettivo Unioncamere Piemonte, Anci Piemonte ed Eutelsat Italia hanno firmato un protocollo d’intesa biennale rivolto in particolare alle piccole e micro aziende piemontesi e italiane ubicate in zone remote e ancora in digital divide, nell’intento di offrire una soluzione tecnologica di immediata e facile attivazione a quelle imprese che si trovano nell’impossibilità di compiere il passo dell’informatizzazione o che hanno necessità di aggiornarlo o potenziarlo.
Gli effetti positivi sono molteplici: la banda larga, infatti, aumenta le possibilità di informazione e conoscenza, le opportunità di business, crea posti di lavoro, attrae investimenti, avvicina cittadini, imprese e mercati. Durante la firma del protocollo, che riprende quello firmato a livello nazionale da Unioncamere e Eutelsat Italia e che trova oggi la nuova collaborazione di Anci Piemonte, si è tenuta anche la prima sperimentazione a livello italiano della tecnologia satellitare, alla quale ne seguiranno altre in Italia nei prossimi mesi.

L’accesso diffuso, veloce e poco costoso alle risorse informative della rete – ha detto il presidente di Unioncamere Piemonte, Ferruccio Dardanello – è ormai un asset indispensabile per competere sui mercati, soprattutto per le imprese di micro e piccole dimensioni che costituiscono la struttura portante dell’economia dei territori italiani. Questo accordo potrà favorire la riduzione del digital divide che penalizza fortemente una grande fetta del tessuto imprenditoriale piemontese, dislocato nelle aree più difficili da raggiungere dalle infrastrutture terrestri necessarie alla banda larga. E potrà permettere a centinaia di attività economiche di continuare ad assicurare una funzione essenziale, quella di contribuire alla tenuta sociale dei territori, garantendo una risposta capillare alla domanda di servizi”.

Print Friendly
Tags: , , , , , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*