Pubblica Amministrazione

Legge di stabilità, il Senato approva. Forza Italia guida l’opposizione

Palazzo Madama ha votato la fiducia sul maxiemendamento sostitutivo della legge di stabilità. I favorevoli sono stati 171, 135 i contrari.

Palazzo Madama

Palazzo Madama

Al voto si è giunti solo in tarda notte dopo una giornata a dir poco convulsa. La differenza risicata finale è la fotografia della scissione interna a Forza Italia e della conseguente uscita dalla maggioranza del partito di Silvio Berlusconi. La votazione ha restituito slancio all’esecutivo guidato da Letta ma con un margine risicato. In virtù dei numeri emersi, proprio Forza Italia al termine della seduta ha chiesto l’apertura della crisi di governo. Il presidente Napolitano, tuttavia, ha respinto la mozione forte del voto dei senatori presenti.

Quello fuoriuscito nella notte è un testo in ogni caso giudicato farraginoso dai suoi stessi autori. Nonostante il tour de force, la Commissione Bilancio non è riuscita a completarne l’esame. Il governo che puntava a far votare la fiducia sul provvedimento definitivo si è trovato spiazzato e si è visto “costretto” a presentare all’aula un maxiemendamento. Il risultato è stato un testo abbozzato con al suo interno le modifiche votate in Commissione e gli emendamenti presentati dal governo. L’iter della nuova legge di stabilità si è concluso in mattina con il via libera del Consiglio dei ministri e la successiva approvazione dell’impianto del Senato. Ora il testo passerà alla Camera.

Print Friendly
Tags: , , , , , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*