Pubblica Amministrazione

Digitalizzazione della Pa: l’Italia cresce a passo di lumaca

Presentato il secondo Osservatorio Assinform sull’Ict nella Pubblica amministrazione. I dati emersi continuano a “condannare” il fronte della digitalizzazione e sottolineano quanto gli investimenti realizzati dallo Stato non risultano ancora sufficienti per adoperare il fatidico cambio di passo. ASSinformLa spesa Ict complessiva della Pa centrale e locale tra 2007 e 2013 mostra infatti un calo medio annuo prossimo ai tre punti percentuali, addirittura del 4,3% nel 2012, quando è risultata pari a 5.422 milioni di euro al netto delle spese per il personale e dell’Iva. In più è cresciuta la quota della spesa corrente sulla spesa complessiva, a scapito di quella per investimenti. Quest’ultima, è scesa nel 2012 nella Pa centrale al 40,5% per l’It e al 14,3% per le Tlc, nelle Regioni rispettivamente al 26% e al 18,1%, nei Comuni e nelle Province a quote ancora inferiori (compresi tra i 12,5% e il 14% e tra il 9% e il 7%); unica eccezione il settore della Sanità in controtendenza.

Il livello di integrazione applicativa e delle basi dati risulta ancora modesto, con gli Enti della Pa centrale (Pac) che nel 58% dei casi non hanno basi dati integrate con gli altri Enti della Pac e nel 90% dei casi con le amministrazioni locali. E questo trova anche riscontro nell’elevata frammentazione dei data center: ben 4.000 su tutto il territorio italiano, con conseguenti duplicazioni di basi informative, spreco di capacità di elaborazione e problemi di interoperabilità e standardizazzione. E se è vero che importanti progressi si sono fatti sul fronte dei servizi on line ai cittadini e alle imprese, resta il fatto che manca una visione integrata nell’erogazione dei servizi, ancora spesso limitata al download della modulistica da compilare. Eccezioni ed eccellenze esistono per alcuni Enti, come Inps e Agenzia delle Entrate, mentre a livello Locale nei Comuni, l’utilizzo online supera il 50% delle pratiche totali solo per sport, cultura e pratiche edilizie.

Print Friendly
Tags: , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*