Imprese

Cessione Telecom Argentina: è fatta per 960 milioni di dollari

Trattativa lampo doveva essere e così è stato. Nel corso della notte è stata formalizzata la cessione di Telecom Argentina al gruppo Fintech per un importo complessivo di 960 milioni di dollari. Ad ufficializzare i dettagli del passaggio una nota di Telecom Italia che ha dato così seguito al mandato ricevuto dall’ultimo Consiglio di Amministrazione. Sul totale dell’importo incassato 859,5 milioni di dollari saranno corrisposti per la cessione “del 68% delle azioni ordinarie di Sofora di proprietà di Telecom Italia e di Telecom Italia International (750,8 milioni di dollari); di 15.533.834 azioni di classe B di Telecom Argentina, pari all’1,58% del capitale sociale, di proprietà di Tierra Argentea (61,2 milioni di dollari); di 2.351.752 American Depositary Shares, corrispondenti a 117.588 azioni preferite di classe B di Nortel, pari all’8% delle azioni preferite di classe B, di proprietà di Tierra Argentea (47,5 milioni di dollari)”. TelecomItaliaBancoI rimanenti 100,5 milioni di dollari, inoltre, saranno corrisposti a fronte di ulteriori pattuizioni correlate all’operazione, tra le quali la messa a disposizione delle società argentine di servizi tecnici di supporto per una durata massima di tre anni, la rinuncia e la modifica di alcuni diritti rivenienti dal patto parasociale relativo a Telecom Argentina, a favore del Gruppo Werthein, che rimarrà detentore del 32% delle azioni ordinarie di Sofora, nonché l’impegno dell’acquirente al pagamento dell’utile già accantonato per dividendi da Telecom Argentina, in caso di mancata distribuzione prima del closing. Nell’ambito degli accordi sono state ottenute una serie di garanzie per l’adempimento delle obbligazioni contrattuali dell’acquirente, compreso il pegno concesso da Fintech su un numero di American Depositary Shares, rappresentative di azioni preferite di classe B di Nortel, per un valore medio di mercato inizialmente di 100 milioni di dollari.
Il passaggio delle azioni detenute da Tierra Argentea – comunica Telecom Italia – è prevista entro l’esercizio corrente, mentre la vendita delle azioni di Sofora è sottoposta alla condizione sospensiva dell’ottenimento delle necessarie autorizzazioni amministrative”. Fintech, a tal proposito, ha annunciato che nel rispetto delle normative vigenti lancerà un’offerta pubblica sulle rimanenti azioni quotate di Nortel e Telecom Argentina.

Con la vendita di Telecom Argentina se ne va un asset strategico e redditizio di Telecom Italia. Solo lo scorso anno, infatti, la Business Unit sudamericana ha portato ricavi per 22,1 miliardi di pesos argentini (3,8 miliardi di euro); nei primi nove mesi del 2013, invece, i profitti sono stati pari a 19,8 miliardi di pesos argentini (2,9 miliardi di euro). A conclusione del passaggio di consegne, Fintech ha confermato la volontà di rispettare i Piani di Investimento del prossimo triennio del Gruppo Telecom Argentina per lo sviluppo delle infrastrutture di telecomunicazioni ed il miglioramento della qualità dei servizi.

Print Friendly
Tags: , , , , , , , , ,

One Comment

  1. Pingback: Telecom Argentina ceduta a Fintech: accordo nella notte – Il Messaggero | Sindacato UNSIAU

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*