Credito / Pubblica Amministrazione

Imu e pagamenti debiti Pa, il prezzo dei carburanti torna a salire?

Il governo potrebbe essere costretto entro fine mese a far scattare la clausola di salvaguardia prevista dal decreto Imu, aumentando le accise sui carburanti,sigarette e alcolici.

I motivi dell’ulteriore balzello dei prezzi sono da ricollegare al fatto che le coperture finanziare per la prima rata dell‘Imu cancellata e per saldare i debiti della Pubblica amministrazione sono a rischio per colpa dei mancati introiti per 1,5 miliardi di euro previsti dalla sanatoria delle slot machine e dagli incassi dell’Iva che restano sospesi.

palazzo-chigi-4All’appello mancherebbero 1,5 miliardi di euro che sarebbero dovuti entrare nelle casse statali dalla sanatoria sulla mega multe inflitte ai concessionari di slot machine, dalla quale erano previsti incassi per 600 milioni, e dall’Iva, per 925 milioni.

In audizione alla commissione finanze della Camera, il vicepresidente di Assopetroli-Assoenergia,Simone Canestrelli, ha precisato che l’aumento sui carburanti da autotrazione potrebbe ammontare a 8,5 centesimi al litro, come previsto dalla clausola di salvaguardia contenuta nel decreto Imu.

Ci auguriamo pertanto – ha dichiarato –  che tali ipotesi di aumento delle accise sui carburanti, così come ogni ulteriore aumento della tassazione indiretta alle imprese e ai consumatori non siano mai più riproposte attraverso discutibili clausole di salvaguardia perché assegnerebbero all’eventuale proponente (Governo o relatori che siano) la grave responsabilità morale oltreché politica di favorire un nuovo gravoso ed inaccettabile prelievo dalle tasche degli italiani”.

Print Friendly
Tags: , , , , , ,

3 Comments

  1. Pingback: Manovra, buco nei conti per l'Imu: benzina verso l'aumento, scontro … – Il Messaggero | Sindacato UNSIAU

  2. Non è possibile aumentare le accise sul carburante per risanare i debiti della dello stato. Fin quando andremo avanti senza politiche di sviluppo, lo studio debiti PA porterà sempre a togliere da una parte e a mettere dall’altra.
    Non si risolve granché 🙁

  3. Sinceramente rimango molto perplesso quando leggo delle manovre del governo. Si pensa sempre ad aumentare un pò là ed un pò qua senza un intervento serio sulla spesa pubblica.

    Basta vedere come vengono gestite le pratiche quando ci rechiamo ad un qualunque sportello pubblico. Vuol dire che ci sono dei fattori su cui si può incidere senza tornare sempre alla storia delle solite accise su tabacchi e benzina.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*