Credito / Imprese

Imprese: dalle banche credito ancora stretto, ma in miglioramento

La tanto attesa luce in fondo al tunnel, questa volta potrebbe paventarsi veramente. “Nei nostri sondaggi circa metà delle imprese riferisce di aver superato la fase più critica; quelle più piccole e meno orientate alle esportazioni restano in maggiore difficoltà“. Parole del governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, alla Giornata Mondiale del Risparmio.

L’economia italiana tornerà a una “crescita modesta” nel quarto trimestre del 2013, ha spiegato Visco nel suo intervento aggiungendo: “Le difficili condizioni del credito rendono necessario il ricorso a canali alternativi per finanziare imprese solide e con buone prospettive di crescita. L’attuale congiuntura finanziaria – ha osservato – deve spingere banche e imprese a superare questa situazione“.
Ieri anche il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano aveva lanciato il suo appello affinchè gli istituti di credito tornino ad erogare credito alle imprese in difficoltà
“Le banche riaprano i rubinetti del credito per le piccole e medie imprese”, ha dichiarato il capo dello Stato nel video messaggio trasmesso alla Giornata mondiale del Risparmio. “I primi e incerti segnali di ripresa devono indurre a rafforzare tutte le azioni di sostegno all’economia – ha aggiunto Napolitano – in uno sforzo generale al quale non può mancare l’apporto del sistema bancario e finanziario” a partire “da un adeguato sostegno dei finanziamenti alle imprese”.
Timidi segnali di miglioramento della dinamica del credito bancario alle imprese arrivano anche dall’Europa. Il rapporto mensile sugli aggregati monetari della Bcesegnala nel mese di settembre, per la prima volta dal marzo scorso, la tendenza si è invertita e dopo ripetuti peggioramenti il tasso di contrazione dei prestiti alle aziende, si assesta al meno 3,5% su base annua, ha registrato una attenuazione rispetto al meno 3,8% di agosto. I dati sono contenuti nel rapporto mensile sugli aggregati monetari della Bce.
Print Friendly
Tags: , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*