Pubblica Amministrazione

Agenda digitale, D’Alia e Zanonato al Campus Poste

Questo governo ha tutta l’intenzione di cogliere le enormi opportunità che la digitalizzazione e l’e-Government possono mettere al servizio della società italiana in termini di sviluppo, di efficienza nei servizi, di miglioramento della qualità della vita dei cittadini“. Lo ha affermato il ministro per la Pubblica Amministrazione e per la Semplificazione, Gianpiero D’Alia, a conclusione della visita del Campus Tecnologico di Poste Italiane. D’Alia ha parlato dei vantaggi dell’attuazione dell’Agenda digitale riferendosi positivamente al caso proprio di Poste: “L’area tecnologica che abbiamo visitato – ha sottolineato D’Alia – rappresenta un esempio di vera innovazione in grado di migliorare sensibilmente il rapporto che i cittadini e le imprese che hanno con le PA“. Presente anche un altro illustre esponente del governo Letta, il ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato: “Poste Italiane sono un esempio di servizio pubblico efficiente e innovativo che può fare molto per la digitalizzazione del Paese“. “L’attuazione dell’Agenda digitale italiana, come in tutti gli altri Paesi europei – ha proseguito – passa anche per le Poste: insieme dobbiamo fare sistema per valorizzare il made in Italy anche potenziando l’ecommerce nazionale e transfrontaliero, aiutando le Pmi a digitalizzare i loro processi produttivi e gestendo in sicurezza l’ecosistema dell’economia digitale“.
sarmi-massimo1

Gli onori di casa sono toccati a Massimo Sarmi, amministratore delegato del gruppo: “Ai ministri ho illustrato tutta la strategia digitale di Poste Italiane e abbiamo visto le soluzioni digitali di Poste Italiane studiate per le aziende e la PA“. “Zanonato e D’Alia – ha aggiunto – hanno apprezzato l’alto livello dei servizi, tra cui l’e-Government e il Cloud computing, in grado di fornire alle Pmi e alle amministrazioni centrali e locali una dotazione Ict avanzata a fronte di investimenti sostenibili, e i progetti legati alle tecnologie per l’e-Commerce per le quali Poste Italiane è già partner anche di numerosi operatori postali stranieri“.

Print Friendly
Tags: , , , , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*