Economia e Finanza

Draghi: tassi bassi ancora a lungo e pronti a dare nuova liquidità alle banche

BCE-2Ripresa ancora lenta, alta disoccupazione e poco credito all’economia, nonostante la situazione delle banche sia migliorata. Il Presidente della Banca centrale europea (Bce), Mario Draghi, al Parlamento Ue torna a ribadire la necessità per gli Stati della zona euro di proseguire le riforme economiche e strutturali e assicura la volontà dell’istituto di Francoforte di continuare a mantenere una politica monetaria accomodante, con tassi bassi, ancora a lungo. Infatti, nel “medio e lungo periodo le attese per l’inflazione continuano a essere ancorate, in linea con la stabilità dei prezzi”. Draghi non esclude, inoltre, la possibilità di un nuovo intervento di liquidità illimitata alle banche“se sarà necessario”. Si riferisce alle operazione Ltro (Long term refinancing operation), il finanziamento illimitato alle banche già utilizzato a dicembre 2011 e febbraio 2012.
“L’attività economica della zona euro dovrebbe continuare la sua lenta ripresa nell’attuale trimestre, – afferma il numero uno della Bce – nonostante la produzione debole a luglio”. L’attività economica “dovrebbe beneficiare di un graduale miglioramento nella domanda interna, sostenuto dalla politica accomodante della Bce e dal rafforzamento della domanda esterna di export nella zona euro”. Tuttavia “la dinamica del credito resta sottomessa, sono diminuiti i prestiti a privati e imprese e questo riflette lo stato del ciclo economico. E il miglioramento significativo della capitalizzazione delle banche dall’estate 2012 non si è ancora tradotto in credito più elevato”. Vi sono segnali “incoraggianti”, ma non vengono ancora esclusi “rischi per la stabilità”. E’ dunque necessario stabilizzare la ripresa, continua Draghi, e far scendere la disoccupazione “troppo elevata”.

 

Print Friendly
Tags: , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*